Parata lealista a RasharkinMembri del Republican Network for Unity (RNU) e del 32 County Sovereignty Movement parteciperanno alla manifestazione di protesta indetta dall’associazione residenti nazionalisti di Rasharkin per venerdì 19 agosto.

I manifestanti, secondo quanto stabilito dalla Commissione Parate, dovranno disperdersi appena la parata sarà passata.

La parata organizzata dai lealisti della Ballymaconnelly Sons of Conquerors Flute Band potrà invadere la cittadina, composta da oltre 40 bande musicali invitate all’annuale parata.

In precedenza la Commissione Parate aveva deciso di impedire l’accesso alla via principale della cittadina, poi in settimana – dopo un incontro con importanti politici unionisti – la decisione è stata ribaltata.

I lealisti potranno marciare in Main Street, ma dovranno tornare indietro al punto di partenza attraverso un altro percorso.

La decisione ha sollevato sdegno in entrambe le comunità.

Per Jim Allister, falco unionista e numero uno del TUV, la decisione “è un premio per chi fomenta i disordini”, mentre per la sua controparte nazionalista Daithi McKay, Sinn Fein, “i residenti sono lividi perché la Commissione Parate permette a più di 40 bande e a migliaia di sostenitori di attraversare ancora una volta Rasharkin”.

Lo scorso anno la parata, il cui avvio è previsto per le 19:30, venne sospesa a lungo per un allarme bomba lanciato poco prima della partenza della prima banda musicale.

La Commissione Parate, comunque, ha ricordato nella sua determinazione che la parata della Ballymaconnely Sons of Conquerors “rappresenta la situazione più contenziosa” cui è capitato di affrontare.