Peter Robinson e Martin McGuinnessNé le attività dei dissidenti repubblicani e neppure la crisi economica mineranno l’amministrazione condivisa in Irlanda del Nord, hanno detto il primo ministro Peter Robinson ed il suo vice Martin McGuinness.

I due uomini prendevano parte ad una conferenza stampa con il ministro degli Affari Esteri irlandase Micheál Martin, il ministro nordirlandese per lo Sviluppo Sociale Margareth Ritchie dello SDLP ed il ministro junior Jeffrey Donaldson del DUP, in seguito all’incontro del Consiglio Ministeriale Nord-Sud North-South Ministerial Council a Farmleigh, nel Phoenix Park.

“Ci siamo dimostrati un Esecutivo che non sarà maltrattato dall’attività dei dissidenti”, ha detto Peter Robinson.

“La comunità politica in Irlanda del Nord sarà unita, non solo lo Sinn Fein ed il DUP ma tutti i partiti presenti nell’Esecutivo ed anche i partiti che non vi partecipano sono assolutamente determinati a farlo. Così penso ci possiamo sbarazzare di quella minaccia”, prosegue il primo ministro.

Commentando le “efficienze” finanziarie viste dal Tesoro inglese, Robinson ha affermato che “non penso ci siano divisioni tra i partiti dell’Esecutivo”.