Il primo ministro nordirlandese Peter Robinson vuole che David Cameron approvi qualsiasi pacchetto finanziario offerto dal primo ministro Gordon Brown, relativo allo spostamento dei poteri su polizia e giustizia

StormontPeter Robinson afferma che non c’è motivo per fare accordi con un governo quando un altro potrebbe presto prendere il suo posto.

Il primo ministro ed il suo vice oggi incontrano Gordon Brown a Londra per discutere l’argomento.

Martin McGuinness ha avvisato che il DUP commetterebbe “un grande errore” qualora il partito non raggiungesse un accordo entro Natale.

Ha affermato: “La mia grande preoccupazione è che se non accade entro Natale, allora non troveremo l’accordo prima delle prossime elezioni di Westminster o delle elezioni per l’Assemblea e credo che sarebbe una tragedia.

“Il DUP, come priorità, dovrebbe allontanarsi dall’ombra di Jim Allister.

“Se non lo fanno, credo ci troveremo in un grosso guaio”.

Crollo

Basil McCrea, Ulster Unionist Party, dice di aver compreso che lo Sinn Fein stava avvertendo di gravi conseguenze, che potrebbe includere il crollo dell’Assemblea in Irlanda del Nord, qualora un accordo non venga raggiunto entro la fine dell’anno.

La situazione, dice McCrea, è “attualmente un po’ più fragile di quello che pensa la gente”.

Comunque, Robinson ha dichiarato: “C’è una possibilità di un governo alternativo e sarebbe irresponsabile raggiungere un accordo, per così dire, con l’attuale inquilino di Downing Street per scoprire che in un anno tutto è da cambiare.

“Quindi penso che vorremmo avere delle certezze a lungo termine su ciò che dovrà essere la nostra posizione”.

Deficit di bilancio

I soldi chiaramente restano al centro del dibattito che circonda il trasferimento dei poteri di polizia e giustizia.

Nell’ultimo giro di incontri, Robinson e McGuinness dovrebbero chiedere a Gordon Brown se è pronto a finanziare un deficit di bilancio di quasi 600 milioni di sterline.

Funzionari hanno lavorato durante l’estate sulle cifre ma fonti a Belfast hanno detto che il Tesoro non ha ridotto il gap a sufficienza.

Comunque il portavoce della giustizia dello SDLP, Alban Maginness, ha detto che il problema non è di carattere finanziario, ma riguarda il fallimento del DUP e dello Sinn Fein “a raggiungere qualsiasi accordo su qualsiasi argomento importante”.

“Sono un ufficio anomalo in un Esecutivo anomalo e non stanno lavorando per la gente in Irlanda del Nord”, ha proseguito.

Travisamento

Alban Maginness afferma che il primo ministro ed il suo vice sono “completamente polarizzati” sull’accordo per la devolution e dà la colpa al “difettoso” accordo di St. Andrews.

“St. Andrews era effettivamente un’illusione per quanto riguarda il trasferimento delle attività di polizia e giustizia ed il governo inglese, insieme a quello irlandese, hanno fatto il possibile per tenere il DUP sul pezzo e ciò includeva false dichiarazioni in relazione al trasferimento dei poteri”, ha concluso.

Il ministro della Sicurezza nordirlandese, Paul Goggins, riferisce che i repubblicani saranno gli unici a beneficiare “dell’eccessivo ritardo” nel processo di trasferimento.

“Dovremmo frustrarli muovendoci, non con eccessiva fretta, ma adeguatamente e fiduciosamente per trasferire i poteri di plizia e giustizia”, ha aggiunto.

Martedì Goggins ha detto che sarà possibile far uscire per le strade un numero maggiore di agenti nonostante il taglio di 17 milioni di sterline al budget del Police Service of Northern Ireland.