Comunicato di Ruairi O Bradaigh, presidente del Republican Sinn Fein

Republican Sinn FeinLa decisione del Dup e dei Provos di rimettere nuovamente insieme l’Esecutivo di Stormont deve essere vista tenendo presente la dichiarazione del leader del Dup, Peter Robinson, rilasciata nella recente conferenza annuale, dove affermava di cercare la fine della “coalizione obbligatoria” o di un esecutivo espressione delle due comunità in favore, ancora una volta, di una legge maggioritaria.

Perciò un ritorno al vecchio Stormont degli anni Sessanta è chiaramente nell’ordine del giorno del Dup che è di cattivo augurio per la comunità nazionalista. Non c’è alcuna menzione della Legge sulla Lingua Irlandese (Irish Language Act), sulla riforma educativa o sullo sviluppo dell’area dove sorgeva la prigione di Long Kesh.

La minaccia del governo inglese di indire immediate elezioni sembra abbia forzato la mano di entrambi i partiti. I nazionalisti rileveranno che prima del ritiro di Ian Paisley in seguito ad un anno cerimoniale come Primo Ministro, egli dichiarò che la condivisione del potere sarebbe stata accettata solamente per un mandato parlamentare. Il vecchio Stormont sembra essere il vero obiettivo del Dup in qualità di maggior partito unionista.