Il presidente nazionale, Davy Jordan, l’organizzatore nazionale, Joe Barr e gli attivisti di Belfast Grainne McCreesh e Alan Lundy sono stati trascinati via dalle loro abitazioni durante i raid compiuti oggi dalle forze della Corona britannica.

Poco più di un anno fa è stato istituito un nuovo partito rivoluzionario repubblicano, chiamato Saoradh (Liberazione, ndt). Da allora i membri del partito sono finiti sotto costante attacco delle forze di polizia sia dell’imperialismo britannico che dei loro alleati nelle 26 Contee.

Gli attivisti sono stati prelevati, interrogati, incarcerati e internati. Centinaia di stop-and-search (fermo e perquisizione) sono stati compiuti da entrambe le forze di polizia.

Gli attivisti sono stati incarcerati nel sud, accusati di appartenenza all’IRA, solo in base alla parola di un poliziotto. Gli agenti dell’MI5 inglese hanno fatto innumerevoli tentativi di reclutare gli attivisti di Saoradh e le loro famiglie, sia in Irlanda che all’estero.

Il quartier generale di Saoradh a West Belfast è stato perquisito dalle forze di polizia.

Adesso stiamo assistendo ai tentativi draconiani di sopprimere e intimidire l’attivismo di Saoradh arrestando il presidente nazionale Davy Jordan, l’organizzatore nazionale Joe Barr e gli attivisti Grainne McCreesh e Alan Lundy.

La volontà di colpire il partito è costante e implacabile e mostra la realtà della prolungata occupazione britannica dell’Irlanda.

La protesta di Saoradh

“In seguito agli arresti del nostro presidente Davy Jordan di Tyrone, l’organizzatore Joe Barr di Derry e di due prominenti attivisti di Belfast Alan Lundy e Grainne McCreesh, Saoradh ha organizzato una protesta per questa sera all’esterno della caserma PSNi Musgrave, dove sono trattenuti.

Chiunque si opponga alla perdurante repressione di Stato contro gli attivisti repubblicani è benvenuto.

Solidarietà per Davy, Joe, Grainne e Alan”.


Saoradh, protesta a BelfastSaoradh, protesta a BelfastSaoradh, protesta a BelfastSaoradh, protesta a BelfastSaoradh, protesta a BelfastSaoradh, protesta a BelfastSaoradh, protesta a Belfast