Ardoyne riotIl parlamentare dello Sinn Fein Gerry Kelly ha sfidato i dissidenti repubblicani a competere contro di lui alle elezioni, in seguito alle voci che lo vogliono lontano dalla gente di Ardoyne dopo tre giorni di disordini nel quartiere.

Il rappresentante di North Belfast stava parlando dopo aver rivelato una minaccia contro la sua vita fatta da un gruppo di probabili dissidenti repubblicani. Una chiamata è stata fatta mercoledì sera ai Samaritani, avvertendo che la sua vita è in pericolo.

L’ultima minaccia giunge dopo che la casa di Gerry O’Reilly, membro dello Sinn Fein di New Lodge e lavoratore comunitario, è stata colpita da bottiglie incendiarie nelle prime ore di mercoledì.

Gerry Kelly ha riferito che le minacce contro di loro non li fermeranno dal loro lavoro.

“Mi è stato detto nelle prime ore di questa mattina che è stata fatta una minaccia contro la mia vita. Mettendo questo fatto in fila con il lancio di bottiglie incendiarie contro la casa di un attivista locale dello Sinn Fein e avremo un fatto molto sinistro. Questo non ci fermerà dal lavorare per la gente di North Belfast”, ha detto.

Kelly ha pubblicamente accusato i micro gruppi dissidenti di aver orchestrato le violenze scoppiate dopo la parata dell’Orange Order di lunedì.

Ha anche indicato la Real IRA come guida alle violenze che hanno lasciato 12 persone colpite da proiettili di plastica e nove poliziotti feriti.

Il ministro junior di Stormont ha detto ai dissidenti repubblicani, che accusavano lo Sinn Fein di non essere in contatto con il sentimento di Ardoyne, di presentarsi alle elezioni se pensano di essere una migliore alternativa.

Il portavoce del Republican Network for Unity, Ronan Moyne, ha affermato che Kelly “non è in contatto” con la gente di Ardoyne.

La scorsa sera (mercoledì) ci sono stati ulteriori disordini a Brompton Park, con quasi 100 giovani radunati per lanciare pietre, bottiglie di vetro e bottiglie incendiarie contro la polizia. Un’autovettura è stata incendiata nella zona di Balholm. Violenze sono scoppiate anche a Ligoniel.

Due ragazzi di 17 e 18 ani sono stati arrestati. Un secondo uomo di 30 anni è stato fermato nelle prime ore di questa mattina nelle indagini per il colpo di arma da fuoco sparato contro i poliziotti nel corso dei disordini.

L’arresto giunge dopo il fermo del 28enne Aidan Ferguson, di Cranbrook Gardens, sempre per lo stesso incidente. Quasi 50 suoi sostenitori hanno tenuto una protesta fuori dalla stazione di polizia di Antrim Road la scorsa notte, per contestare il suo arresto.

Nel frattempo il lavoratore comunitario e attivista dello Sinn Fein a New Lodge, Gerry O’Reilly, ha indicato i dissidenti repubblicani come colpevoli del lancio di molotov contro la sua abitazione nelle prime ore di ieri (mercoledì).

O’Reilly era in casa insieme alla sua famiglia quando la parte anteriore della casa in Spamount Strret è stata attaccata con una bottiglia incendiaria. Nessuno è rimasto ferito, comunque Reilly ha detto di essere stato fortunato perché nessuno è rimasto ucciso. Ha incolpato il “piccolo gruppo” di dissidenti presenti nel quartiere di New Lodge.

“E’ una disgrazia che un piccolo gruppo di persone che risiedono a New Lodge sentano il bisogno di attaccare delle abitazioni con lo scopo di mettere in pericolo vite umane” ha riferito. “Voglio che le persone autrici dell’attacco contro la mia abitazione sappiano che questo comportamento non funziona. Sono gente senza volto senza mandato e senza sostegno. Devono sedersi con la gente e dire ciò che hanno da comunicare anziché attaccare case e mettere a rischio delle vite”.