St. Patrick, KilreaIl parlamentare nazionalista socialdemocratico John Dallat contesta i commenti del consigliere del DUP Sam Cole sulle bandiere ed il vandalismo contro una chiesa di Kilrea durante il periodo del 12 luglio.

“Non è tempo e voglia di rispondere al farneticante e delirante consigliere Sam Cole, che sembra completamente avulso dalla realtà anche nel proprio partito”, ha affermato Dallat.

“Dovrebbe svegliarsi e fare un serio tentativo di entrare nel mondo reale dove la gente di Kilrea e Garvagh è tutta protesa a guadagnarsi una vita, migliare l’ambiente e cacciare il settarismo in tutte le sue brutte forme.

“La gente di Kilrea – cattolici, protestanti e chi non ha alcuna fede – sta lavorando senza sosta per ottenere un ambiente sostenibile dove chiunque può sentirsi a proprio agio e parte della comunità locale.

“Lo stiamo ottenendo e mi sento privilegiato di essere parte di quel processo, come lo è la mia collega Roisin Loftus, recentemente eletta presidente del Kilrea Community Forum.

“Purtroppo il consigliere Cole è seduto a casa con il suo word-processor a sfornare la stessa trafila di assurdità che non hanno alcuna somiglianza con la realtà.

“Nel corso delle prossime settimane al Forum della Comunità, sotto la presidenza di Roisin Loftus, sarà messo insieme un pacchetto di proposte pensate per ottenere il tipo di rinnovamento della cittadina in cui tutti possono identificarsi.

“L’unica domanda che sorge è perché il consigliere Cole vuole minare il buon lavoro svolto e l’esempio dato che potrebbe essere emulato da altre città?

“La Chiesa di San Patrizio occupa un posto speciale nella vita degli abitanti di Kilrea. Condanno assolutamente chi ha rotto le finestre della chiesa, ma i tentativi da parte del consigliere Cole di collegarlo al vandalismo inaccettabile di qualsiasi tipo di fanaismo organizzato è sleale, falso e gravemente offensivo per la comunità cattolica, che ha il massimo rispetto per il clero e la congregazione di quella chiesa.

“Purtroppo in ogni città e paese si trovano una o due persone che si dilettano a distruggere proprietà”, ha concluso John Dallat.