L’uomo assolto nel processo per la bomba di Omagh è comparso in tribunale per aver giudato in stato di ebbrezza

Sean HoeySean Hoey, 39 anni, aveva alcool oltre il limite consentito quando è stato fermato dalla polizia a Jonesborough, South Armagh, ad inizio mese, è stato comunicato nel tribunale di Newry.

Sul banco degli imputati Hoey non ha parlato durante la breve apparizione, facendo solo cenno con il capo di aver compreso le accuse contro di lui.

Un ufficiale della PSNI ha riferito al giudice Paul Copeland che il reato si è compiuto nella vicina Finegans Road il 5 luglio.

Copeland ha chiamato l’elettricista (Hoey, Ndt) per una nuova udienza, il mese prossimo.

A dicembre 2007 Hoey fu assolto dal tribunale di Belfast dall’accusa di aver ucciso 29 persone nell’attacco della Real IRA ad Omagh, il 15 agosto 1998.

E’ stato anche scagionato per altre 26 accuse collegate ad una serie di attacchi dei repubblicani nei mesi intorno alla bomba di Omagh.

Nella sua sentenza, il giudice Weir ha criticato duramente il caso presentato dall’accusa durante i 56 giorni del processo, accusando la polizia di aver trattato le prove scientifiche in maniera sconsiderata e frettolosa.

Nessun altro è stato portato in tribunale per rispondere della strage.

Lo scorso mese quattro uomini sono stati trovati responsabili per la strage in un importante caso civile voluto dalle famiglie delle vittime e sono costretti a pagare milioni di sterline di risarcimento.

Dopo l’udienza di mercoledì, Hoey ha lasciato da solo il tribunale.