Andre ShoukriIl potente lealista Andre Shoukri potrebbe essere rilasciato sulla parola dal carcere entro poche settimane dopo che è giunto al termine del periodo di carcerazione obbligatoria, dopo una condanna a nove anni per una serie di reati collegati al terrorismo.

L’ex leader della brigata North Belfast dell’UDA è stato incarcerato nel 2007 per un totale di 18 accuse, compreso ricatto, intimidazione e acquisizione di proprietà criminale.

Comunque da oggi, 1 agosto, gli è permesso chiedere il trasferimento agli arresti domiciliari, per una più facile transizione al rientro nella comunità.

Il deposto boss del terrore non dovrebbe ritornare nella sua North Belfast dopo i problemi con suoi ex associati dell’UDA.

Invece Shoukri ha accennato aiu suoi amici che potrebbe stabilirsi a Larne, dove vive il suo stretto alleato Alan McClean, anch’egli espulso dall’Ulster Defence Association.

Qualsiasi nuovo indirizzo dovrà essere approvato dalla PSNI a causa dell’alto rischio dovuto al rilascio del paramilitare.

Se approvato, Shoukri dovrebbe essere rilasciato dalla prigione di massima sicurezza durante il mese di agosto, prima in un rilascio quotidiani accompagnato ed in seguito in licenza per il fine settimana.

Entro Natale potrebbe trascorrere tre giorni ogni dieci nella comunità, in preparazione per il suo rilascio definitivo.

Tiger Bay, North BelfastA novembre dello scorso anno Ihab, il giovane fratello di Andre, morì per una sospetta overdose pochi mesi dopo il suo rilascio dalla prigione di Maghaberry, incarcerato per appartenenza all’UDA.

Prima di morire ha vissuto nel quartiere lealista di Rathcoole, a Newtownabbey, insieme alla sua ragazza.

Un improbabile lealista, figlio di padre egiziano e madre irlandese, Shoukri si è fatto strada nei ranghi dell’UDA prima di cadere nella polvere.

Il paramilitare 32enne ha già speso una considerevole fetta della sua vita di adulto dietro alle sbarre.

A giugno 1996 fu assolto per l’omicidio colposo del giocatore irlandese di tennis Gareth Parker, ferito gravemente dopo essere stato colpito da una macchina, pochi istanti dopo l’attacco di Shoukri.

Il lealista fu incarcerato per le ferite inferte e trascorse otto mesi in carcere.

A pochi mesi dal rilascio fu coinvolto nel tentativo di estorcere migliaia di sterline da Mel Lundy, proprietario di un ristorante a Belfast.

Dopo il processo la famiglia di Lundy venne costretta a lasciare l’Irlanda del Nord in seguito ad un piano dell’UDA destinato ad ucciderli.

In seguito al rilascio nel 2002 Shoukri entrò nelle attenzioni del leader paramilitare Johnny Adair, che allontanò Jim Simpson dal ruolo di brigadiere di North Belfast per dare il bastone del comando ad Andre.

Fu una mossa che si ritorse contro Adair quando nel corso dell’anno cercò di rovesciare l’Inner Council.

Scommettitore compulsivo, Shoukri sfruttò la sua nuova posizione di potere per finanziare una dipendenza che gli fece gettare al vento centinaia di migliaia di sterline dalle casse dell’UDA.

Mentre i soldi per finanziare il vistoso stile di vita cominciavano a finire, i membri della brigata di North Belfast sono stati obbligati a portare avanti attività criminali sempre più rischiose.

Tra il 2005 ed il 2006 più di 25 appartenenti alla brigata di North Belfast dell’UDA sono stati messi dietro alle sbarre per estorsione e rapimento.

A maggio 2006 l’UDA ha espulso Andre e suo fratello Ihab, insieme al loro più stretto sodale Alan McClean, conducendo ad una divisione tra l’organizzazione principale e la brigata di South East Antrim.

Nel mese di giugno di quest’anno, una casa di Ballysilla, acquistata illegalmente da Shoukri, è stata sequestrata nel processo di recupero di immobili criminali.

In tribunale fu riferito che il cambio di proprietà dell’abitazione fu pagato solo una minima parte della sua valutazione originale, fissata in 147.000 sterline.

Il lealista fu obbligato a pagare una multa di una sola sterlina alle autorità, dopo che fu riferito che il boss dell’UDA non aveva “fondi disponibili” cui attingere.