Michael Stone a Stormont

Dall’attacco di otto anni fa ad opera di Michael Stone, sono stati spesi oltre 3,5 milioni di euro nella gestione della sicurezza dei palazzi di Stormont

L’ex paramilitare lealista fece irruzione negli edifici del Parlamento a novembre 2006, nel tentativo di assassinare i leader dello Sinn Féin Gerry Adams e Martin McGuinness.

Stone è stato condannato a 16 anni di carcere per tentato omicidio, detenzione di armi e di ordigni esplosivi.

Stone, salito alla ribalta nel 1998 per aver assassinato a freddo tre persone durante i funerali dei “Tre di Gibilterra”, ha gettato un sacchetto nella Sala Grande durante la colluttazione seguita al suo tentativo di ingresso nell’edificio dell’Assemblea, pochi istanti prima di essere immobilizzato dal personale di sicurezza.

Il lealista aveva sostenuto in tribunale che il suo attacco era un’opera di performance art e l’ascia, la garrota, l’imitazione di pistola, i tre coltelli e le bombe artigianali servivano come mezzi artistici.

Il tentativo di attacco fu eseguito il giorno in cui i politici stavano valutando se riportare in vita l’Assemblea condivisa in Irlanda del Nord.

La Commissione dell’Assemblea ha esaminato la sicurezza a Stormont e un portavoce ha affermato che dopo l’incidente il dispiegamento di agenti della PSNI è stato considerato un elemento essenziale nella sicurezza globale.

“La Commissione mantiene contatti con la PSNI su base continuativa al fine di garantire che i livelli di gestione della sicurezza siano appropriati per soddisfare le esigenze dell’Assemblea”, ha spiegato.

L’importo totale versato alla PSNI da novembre 2006 è stato di 3,5 milioni di euro circa (3,1 milioni di sterline).

Nel 2007/08, il primo esercizio fiscale dopo l’attacco, il costo è stato di circa 100.000 euro (85.274 sterline).

Con il tempo, il regime di sicurezza è entrato in funzione e lo scorso anno il costo ha raggiunto il picco di 570mila euro (522.960 sterline).

La Commissione ha spiegato che sono state introdotte delle modifiche, durante il 2014, per cercare di ridurre il costo.

Nel mese di novembre il parlamentare SDLP Pat Ramsey ha rivelato che la PSNI si fa pagare mensilmente dall’Assemblea con tariffe nazionali.

IL parlamentare nazionalista aveva affermato che in seguito alle discussioni tra la Commissione e la PSNI erano state proposte alcune modifiche che dovrebbero portare ad una significativa riduzione dei costi.

Le modifiche, entrate in vigore all’inizio del mese di novembre, farebbero diminuire il costo annuo da 570mila euro a 400mila euro (364.000 sterline).

Peter Weir, membro DUP della Commissione, ha detto a Utv: “Abbiamo un sistema analogo a quello esistente nelle Assemblee di Scozia e Galles ma ovviamente la minaccia alla sicurezza è molto più elevata qui rispetto a quelle giurisdizioni.

“L’incidente di Michael Stone è giunto come un fulmine a ciel sereno per tutti”, ha aggiunto il parlamentare di North Down.

“Penso che sia molto importante, quando si giunge a quelle situazioni, reagire in un modo corretto, seguendo i consigli di sicurezza e mettendo in atto ciò che deve essere sistemato”.