Martin McGuinnessUn sondaggio pubblicato oggi sul Belfast Telegraph suggerisce che lo Sinn Fein potrebbe diventare il partito più votato in Irlanda del Nord.

L’indagine, svolta da Inform Communications su un campione di 1.080 adulti per un periodo di 5 giorni, segue l’ultimo accordo tra Sinn Fein e DUP siglato ad Hillsborough Castle.

Il quesito riguardava quale partito avrebbe ricevuto il voto se l’elezione per l’Assemblea si svolgesse domani.

Delle persone che intendono votare, il 21% sono propensi a dare la preferenza allo Sinn Fein. Il DUP otterrebbe il 18%, superando l’Ulster Unionist Party di 3%. Lo SDLP otterrebbe il 13% dei consensi, seguito dall’Alliance Party con il 7% dei voti. Gli unionisti del TUV riceverebbero il 6% dei voti, mentre sia il PUP che il Green Party si fermerebbero al 3%.

Il sondaggio del Belfast Telegraph indica un forte sostegno nella comunità unionista per un patto tra il DUP e l’UUP.

Infatti il 63% dei protestanti ha risposto che l’UUP ha sbagliato a respingere il patto elettorale con il DUP.

Il 35% degli intervistati hanno detto che gli ultimi eventi li hanno convinti a non votare.

Un ulteriore 27% dicono di voler sostenere un differente partito, mentre il 14% non fornisce indicazioni di voto.

Il sondaggio ha sollevato le speculazioni di una futura crisi politica in Irlanda del Nord se Martin McGuinness diventasse primo ministro.

Sebbene il ruolo di primo ministro e di vice primo ministro si equivalgono, molti unionisti hanno indicato di non voler lavorare in un’Assemblea guidata da McGuinness.