Votazione | Urna elettorale

Lo Sinn Féin ha affermato che il 92% di Sì nel sondaggio non ufficiale invia un “chiaro segnale”

Secondo il partito di Falls Road, il 92% di Sì ottenuti in un sondaggio non ufficiale, mostrano “un chiaro segnale di una forte domanda” per l’unificazione dell’Irlanda..

Il cosiddetto “Referendum popolare” si è tenuto sabato in due distretti elettorali: Crossmaglen, Contea di Armagh, e Upper Creggan, Contea di Louth. I seggi sono rimasti aperti dalle 7 alle 20. Il voto paerto a chiunque avesse compiuto 16 anni.

Secondo gli organizzatori, un gruppo comunitario chiamato “United Ireland – You Decide“, hanno votato più di 1000 persone, restituendo un risultato di oltre 92% a favore della riunificazione. Emma McArdle, presidentessa di United Ireland ha sostenuto che il dibattito sull’unità dell’Irlanda era “iniziato veramente bene”.

Ha detto: “Questa è stata una iniziativa di grande successo. Ci siamo confrontati con migliaia di persone durante la campagna di tre settimane [che ha portato alle elezioni]. Abbiamo permesso alla gente della nostra comunità di dire la loro.

“Ci auguriamo che altri settori seguano il nostro esempio e facciano la stessa cosa,” ha aggiunto Emma McArdle.

L’Accordo di Belfast contiene una disposizione per un sondaggio di confine, ma solo se è evidente una “sufficiente domanda” di cambiamento costituzionale.