Nel suo manifesto elettorale lo Sinn Fein vuole proporre il referendum per ottenere l’unità d’Irlanda

Gerry Adams - Sinn FeinIl partito vuole anche proporre un referendum per una costituzione valida per tutta l’Irlanda, e desidera che la popolazione nordirlandese possa votare nelle elezioni presidenziali irlandesi.

Chiede il trasferimento dei poteri impositivi e di prestito a Stormont, e l’armonizzazione delle tasse transfrontaliere.

Martin McGuinness ha detto che “molto è cambiato” nei quattro anni successivi il ripristino della devolution nel 2007.

“L’esecutivo eletto localmente, l’Assemblea e gli organismi all-Ireland stanno lavorando a favore delle persone in tutta l’isola”, ha detto.

McGuinness ha aggiunto: “Come società non possiamo permettere a quelli interni e a quelli esterni al processo politico di cercare di riportarci indietro. Non possono e non gli va permesso di avere successo. Quei giorni sono passati e non ritorneranno.

“Mentre tutti conserviamo le nostre differenze, possiamo tutti essere fieri del ruolo che abbiamo giocato nel promuovere il processo di pace, stabilizzando queste istituzioni e dimostrando il primato della politica”.

Le promesse del manifesto elettorale dello Sinn Fein comprendono:

  • aumentare i poteri economici e fiscali trasferendoli da Londra a Stormont;
  • attuazione la revisione della Pubblica Amministrazione per ottenere risparmi per 450 milioni di euro (400 milioni di sterline), compresa la riduzione dei Consigli da 26 a 11;
  • bloccare l’introduzione di tasse separate per l’acqua per uso domestico;
  • opposizione a qualsiasi aumento delle tasse degli studenti;
  • introduzione di una tassa sui tralicci telefonici per generare quasi 200 milioni di euro (160 milioni di sterline) in quattro anni;
  • promulgare la Carta dei Diritti (Bill of Rights);
  • promuovere la legge sulla lingua irlandese, implementare una strategia in tutta Irlanda per creare nuove aree Gaeltacht (in cui si parla gaelico), specialmente nei centri urbani;
  • portare in tutta l’Irlanda un sistema sanitario pubblico che fornisca assistenza gratuita;
  • ripristinare il reclutamento 50-50 tra cattolici e protestanti per la PSNI;
  • stabilire un piano di creazione di posti di lavoro per tutta Irlanda.