Sparo in parco giochi a Shankill

La polizia ringrazia le persone di Shankill, North Belfast, che hanno disarmato il sospettato dopo lo sparo. Arrestati un uomo e una donna

La polizia ha elogiato il coraggio delle persone che hanno disarmato lo sparatore e lo hanno trattenuto fino all’arrivo degli agenti.

Alcuni bambini avrebbero visto l’uomo imbracciare il fucile nel parco giochi di Dover Street, nella zona di Shankill, prima che sparasse.

L’uomo si sarebbe quindi allontanato insieme ad una donna mentre i bambini sono fuggiti dal parco giochi lanciando l’allarme.

Gli operatori comunitari hanno telefonato alla PSNI e la coppia è stata rapidamente localizzata e bloccata dai residenti nella vicina Beverley Street, sempre a Shankill.

Il colpo di fucile sarebbe stato sparato in aria.

La polizia in seguito ha ritrovato un’arma da fuoco.

Ieri sera gli agenti della polizia sono stati visti effettuare delle ricerche sotto uno dei giochi presenti nel parco e un agente della scientifica si è allontanato portando con sé del materiale recuperato.

Sparo in parco giochi a Shankill

Il consigliere DUP Brian Kingston è sollevato perché nessuno è rimasto ferito.

“Questo poteva avere conseguenze tragiche” ha fatto sapere il politico unionista.

“Voglio elogiare la comunità e la PSNI per la pronta reazione.

“La polizia è giunta quasi subito nell’area”.

Secondo un residente di Shankill la donna arrestata sarebbe straniera e l’uomo, un nordirlandese di circa 30 anni, non sarebbe residente della zona.

“L’uomo sembrava essere sotto l’influenza (di qualche sostanza, Ndt) e giaceva addormentato nel parco di proprietà del Belfast City Council”, ha detto una fonte.

Ci sarebbe stata una specie di alterco tra l’uomo e i bambini.

L’uomo quindi ha raggiunto il suo zaino ed estratto il fucile.

L’ispettore capo Gavin Kirkpatrick ha detto che le indagini sono alle fase iniziali.

Tuttavia ha reso omaggio al “pronto intervento” dei residenti intervenuti per fermare l’uomo armato.

“Vorrei elogiare e ringraziare la popolazione locale intervenuta”, ha detto. “La loro pronta azione nel fermare il sospetto, nel disarmarlo e poi avvertire la polizia ci ha permesso di effettuare arresti rapidi e decisivi, permettendoci di recuperare l’arma per ulteriori esami”.