Tricolore irlandese a EnniskillenIl leader UUP Tom Elliott reagire contro le azioni della PSNI nell’area Coleshill, mentre i tricolori irlandesi continuano a sventolare dai lampioni nel vicino quartiere repubblicano.

In una consolidata pratica, in coincidenza con la stagione delle marce, i residenti di Coleshill hanno eretto le bandiere inglesi lo scorso giovedì sera. Tuttavia, tra la rabbia della popolazione, la polizia è intervenuta nel giro di poche ore per togliere le Union Jack.

Al contrario, un gran numero di tricolori irlandesi issati sui lampioni di Cornagrade Road a inizio primavera dai residenti repubblicani continuano a sventolare.

La polizia dice che hanno tolto le Union Jack su richiesta di alcuni residenti locali, ma un residente ha affermato che una petizione fatta nel quartiere mostra come la maggioranza delle persone sostenga l’erezione delle bandiere.

Elliott, che ha parlato con la funzionari della polizia della questione, ha detto che gli ufficiali sono colpevoli di “doppio standard” e ha chiesto “uguaglianza” sulla questione delle bandiere.

Il parlamentare UUP ha sottolineato il fatto che i tricolori irlandesi sono stati issati fin da marzo, e nonostante le numerose lamentele la polizia non ha avviato alcuna azione.

Cornagrade Road è una delle arterie più trafficate di Enniskillen, percorsa quotidianamente da molto traffico in entrata ed uscita dalla cittadina.

“Quella strada è percorsa da molto traffico e ovviamente un sacco di gente proviene dalla comunità unionista”, ha detto Elliott.

Chiedendo il distacco dei tricolori irlandesi, il leader UUP dice che non solo gli unionisti trovano la loro presenza intimidatoria.

Ha detto: “So che ci sono state anche diverse denunce da parte di residenti locali della zona di Kilmacormick/Cornagrade”.

Un residente di Coleshill, che ha contattato News Letter, messo in discussione l’integrità della polizia.

Ha affermato: “Apparentemente la PSNI ha un proprio protocollo per le bandiere. Stanno lavorando su un programma che gli si adatta”.

Quando contattato dal News Letter, un portavoce della PSNI ha dichiarato: “La polizia è stata contattata dai residenti della zona di Coleshill a Enniskillen e dietro loro richiesta la polizia ha rimosso tre bandiere dell’Unione.

“Il Police Service of Northern Ireland è fermamente impegnato, attraverso il lavoro con le agenzie collegate e le comunità locali, ad affrontare le questioni che circondano l’esposizione di bandiere nelle aree pubbliche”.

Ha aggiunto: “Abbiamo lavorato e continueremo a lavorare con tutte le parti interessate per giungere ad una risoluzione al problema bandiere.

“Tuttavia, la risoluzione di questo problema non può impegnare solo la polizia, richiede gli sforzi della comunità, dei loro rappresentanti e delle agenzie partner.

“La polizia dovrebbe incoraggiare tutti a partecipare per raggiungere un risultato positivo”.