Tony Catney: non sono il mandante dei disordini di Ardoyne

Catney bolla come spazzatura le voci che lo dipingono come l’uomo dietro ai riot

Tony Catney, Republican Network for Unity (RNU)Un ex prigioniero ha negato le voci secondo cui sarebbe la mente della Real IRA dietro ai disordini tumultuosi di North Belfast. Tony ‘TC’ Catney – che scontò 16 anni di prigione per un omicidio settario – ha respinto le affermazioni secondo cui sarebbe a capo della Real IRA o che avrebbe orchestrato la distruzione ad Ardoyne lunedì, quando anche un colpo di arma da fuoco fu sparato alla polizia.

Il repubblicano, cognato del parlamentare shinner Gerry Kelly, si dice vittima di una campagna di calunnie fatta dal partito.

Lunedì la Real IRA ha aperto il fuoco contro la polizia durante gravi disordini scoppiati ad Ardoyne dopo il passaggio di una parata dell’Orange Order.

Ventuno poliziotti sono rimasti feriti e 18 proiettili di plastica sono stati sparati nelle violenze che sono una reminescenza dei giorni oscuri dei Troubles.

I disordini sono continuati nelle serate di martedì e mercoledì, con lanci di bottiglie incendiarie e vernice contro la PSNI.

Ulteriori incidenti sono scoppiati nella zona inferiore di Newtownards Road, vicino a Short Strand.

Lo Sinn Fein ha accusato i dissidenti di organizzare i disordini e indica la Real IRA quale responsabile dell’uso di un’arma da fuoco ad Ardoyne.

I repubblicani e le fonti di sicurezza dicono di ritenere Catney il comandante della Real IRA a Belfast.

Comunque il veterano repubblicano ha trattato le voci come spazzatura.

Catney, fotografato alla protesta di lunedì ad Ardoyne, ha detto al Sunday Life che “non è il tempo giusto per una campagna militare” e ha accusato gli ex compagni Provos di condurre una caccia alle streghe contro di lui.

“Questa è tutta spazzatura. Ho l’orecchio al suolo e per quanto sono a conoscenza la Real IRA non esiste a Belfast oltre a una sola persona”, ha detto Catney.

“Non è il tempo giusto per una campagna militare, non esistono le condizioni.

“Perché mi vogliono coinvolgere con la Real IRA? Non ha senso.

“Perché ero un prigioniero condannato all’ergastolo e ho sempre avuto la minaccia di ritornare in carcere sulla mia testa.

“Voglio dire questo alla PSNI – se credete nell’ordine pubblico e pensate io sia coinvolto nella Real IRA, allora arrestatemi e portatemi in giudizio”.

Ardoyne, North BelfastCatney ha ammesso di essere stato presente ad Ardoyne quando i disordini di lunedì erano all’apice.

Ma ha insistito nell’affermare di avere solamente osservato le violenze.

“I poliziotti avevano le telecamere a circuito chiuso perennemente puntate contro di me”, ha spiegato.

“Mi trovavo in Crumlin Road guardando cosa succedeva, insieme a compagni repubblicani.

“Non riesco a capire come lo Sinn Fein riesca a dire quale gruppo è coinvolto (nei disordini).

“Ciò che so per certo è che i disordini non erano organizzati ma hanno coinvolto la gente di Ardoyne.

“Per Gerry Kelly affermare cose diverse è un errore”.

Nel 1974, quando aveva solamente 16 anni, Catney uccise il protestante Maurice Knowles sulle rive del Belfast Lough.

Knowles (17 anni) stava cacciando anatre quando fu avvicinato da Catney, che gli sparò dopo il rifiuto di consegnare il suo fucile.

Dopo il suo rilascio dalla prigione, nel 1990, Catney iniziò a lavorare per lo Sinn Fein. In qualità di Direttore delle Elezioni ha potuto testimoniare il grande aumento di voti per il partito, dai 70.000 del 1993 fino ai 163.000 del 2003.

Ma le sue critiche al sostegno dello Sinn Fein al Good Friday Agreement hanno portato alla sua messa da parte.

Nonostante fosse il Direttore delle Elezioni fu escluso da qualsiasi coinvolgimento nelle elezioni del 2005 per Westminster e per i consigli locali.

Catney afferma che quando rassegnò le proprie dimissioni, dall’anno seguente venne iniziata una campagna sotterranea contro di lui.

“Una volta che ho lasciato lo Sinn Fein sono divenuto la vittima di una caccia alle streghe, critiche e di passaparola distorti (in inglese si definiscono Chinese whispers, NdT)”, ha aggiunto. “Nell’autunno del 2006 un importante membro dello Sinn Fein stava dando istruzioni ad appartenenti all’IRA, dicendo che ero il capo di un’organizzazione militare pesantemente armata che voleva uccidere Gerry Adams, Martin McGuinness o Gerry Kelly.

“Era spazzatura allora ed è spazzatura adesso.

“Visto che sono già stato vittima di una campagna di malignità non mi sorprendere ascoltare adesso questi collegamenti con la Real IRA”.

Catney ritiene che i boss dell’IRA ce l’abbiano con lui a causa del suo coinvolimento con il Republican Network for Unity (RNU), un gruppo con forte partecipazione di ex Provos. “Il RNU comprende ex membri dell’IRA, dell’INLA e repubblicani indipendenti”, ha affermato.

“Vuol dire sedersi con tutti gli altri e lavorare ad una strada condivisa.

“Il Good Friday Agreement non ha ottenuto nulla, è un documento settario. Quando la gente lo ha votato, stavano votando per la pace, non per il contenuto di un documento profondamente imperfetto.

“Lo Sinn Fein vede il nostro gruppo come una minaccia e ci vedono offrire un’alternativa, ecco perché credo mi abbiano puntato e cerchino di dipingermi come persona immersa nel sangue”.