Seduta di consiglio tumultuosa sulla possibilità di far sventolare il tricolore irlandese durante una competizione di ginnastica a Newry

Irish flag - Bandiera IrlandaIl torneo dell’Irish National Gymnastics Association di questa settimana potrà suonare l’inno nazionale irlandese, ma non innalzare la bandiera d’Irlanda, ha fatto sapere il consiglio.

Pat McGinn, Sinn Fein, ha detto che i consiglieri contrari a questa mossa hanno “fallito miseramente” la promozione della tolleranza.

Per il consigliere dell’Ulster Unionist Party, Danny Kennedy, il consiglio non dovrebbe essere “usato ingenuamente” da elementi politici.

McGinn, in qualità di ex sindaco, ha detto di aver partecipato ad eventi dove la bandiera britannica sventolava e “veniva suonato l’inno inglese”.

“E’ triste avere un campionato nazionale sportivo e ciò che stiamo facendo è di renderlo una faccenda più complessa. L’abbiamo trasformata in materia puramente politica”, ha detto McGinn.

Il quale accusa gli oppositori della proposta di essersi riferiti a “stranieri” durante il dibattito.

Danny Kennedy ha negato di aver sentito pronunciare tale parola e che si tratta di un “fuggifuggi pre-elettorale” messo in piedi dallo Sinn Fein.

“L’inno nazionale irlandese non è l’inno di questa parte del Regno unito. Secondo me -continua Kennedy – non promuove buone relazioni”.

Ciaran Gallagher, presidente della Irish National Gymnastics Association, ha detto di essere deluso.

“E’ uno sport internazionale, non ha connotazioni sociali e politiche che possono avere altri sport in Irlanda del Nord”, ha analizzato Gallagher.

“E’ la prima volta che abbiamo incontrato tale problema nella nostra organizzazione in relazione ad uno dei nostri eventi in modo così confuso e sconvolgenti”.