L’UDA è attesa al completamento del disarmo prima della scadenza di febbraio indicata dal Segretario di Stato.

Con il generale John de Chastelain ed il suo team di nuovo a Belfast il prossimo lunedì, i lealisti prevedono che il gruppo terminerà il processo di decommissioning in tempo.

Recentemente i leader UDA hanno saltato il primo incontro con il vice primo ministro Martin McGuinness, dello Sinn Fein, e hanno sollevato dubbi sulla distruzione degli arsenali.

Una fonte paramilitare ha indicato come motivo l’attività dei repubblicani e lo stallo politico sul trasferimento dei poteri di giustizia e polizia.

Comunque con il ritorno del generale de Chastelain e della Independent International Commission on Decommissioning (IICD) i lealisti prevedono un’altra mossa verso lo smantellamento delle armi.

“Stiamo andando verso lo smantellamento e lo faremo molto prima della scadenza”, ha riferito una fonte di alto livello.

I parlamentari di Westminster vogliono ascoltare gli aggiornamenti durante il question time sul Nordirlanda, previsto per il 3 febbraio 2010.

Ed il mandato dell’IICD scade solo sei giorni dopo, il 9 febbraio.

Commentando l’attesa mossa dell’UDA, una fonte governativa ha affermato: “Spero lo faranno e non rinneghino (la parola data)”.

Secondo i lealisti l’incontro con McGuinness dovrà attendere fino al termine delle operazioni di distruzione degli arsenali.

Il Belfast Telegraph ha saputo che i colloqui pianificati per il 16 dicembre sono stati organizzati telefonicamente mentre i lealisti più in vista, compreso Jackie McDonald, si trovavano a Bruxelles.

Si sa che McDonald era ansioso di incontrare il leader dello Sinn Fein prima della scadenza di Natale, da McGuinness imposta al primo ministro Peter Robinson, entro la quale accordarsi per trasferire i poteri su polizia e giustizia.

Comunque, secondo un’importante fonte, gli altri lealisti si sono sentiti “rimbalzati” in quei colloqui senza un’adeguata preparazione.

“Un incontro (con Martin McGuinness) dovrebbe avvenire ed avverrà” ha comunicato un lealista al Telegraph.

Prima di quel tempo, l’UDA dovrebbe aver compiuto la prossima e definiva mossa per completare la decommissioning.