Ulster Defence AssociationMembri dell’Ulster Volunteer Force e dell’Ulster Defence Association di South Belfast hanno organizzato le intimidazioni che hanno costretto 40 lavoratori immigrati polacchi a lasciare le proprie abitazioni.

Dopo la partita tra Irlanda del Nord e Polonia valevole per le qualificazoni ai mondiali di calcio 2010, ci furono gravi scontri in città tra opposte fazioni di tifosi.

Da allora sono state molte le intimidazioni contro i polacchi trasferiti a Belfast.

Secondo un ufficiale di polizia “gli attacchi non sono stati eseguiti nel nome di quelle organizzazioni ma le nostre indagini puntano verso elementi lealisti che dovrebbero essere in cessate-il-fuoco e quindi non coinvolte in attività paramilitari”.

La Polish Association, associazione che riunisce i lavoratori polacchi emigrati in Nordirlanda, afferma che la gente ha paura. Alcune persone hanno cercato altre abitazioni mentre almeno cinque persone hanno lasciato la regione.

Sia l’associazione che lo SDLP ed il Green Party hanno condannato le aggressioni contro i polacchi.