uda ulster defence associationL’Ulster Defence Association ha promesso al generale de Chastelain di completare il processo di smantellamento del proprio arsenale prima dell’ultima scadenza di fine febbraio. Lo ha rivelato al Belfast Telegraph una fonte interna ai paramilitari.

Un rapporto del progresso sulla decommissioning lealista consegnato ai governi britannico e irlandese la scorsa settimana, sarà pubblicato domani.

Elencherà dettagliatamente gli eventi di giugno, quando i gruppi paramilitari lealisti hanno messo fuori uso le armi.

Le dirigenze delle due organizzazioni – UVF e Red Hand Commando – hanno dichiarato di aver distrutto l’intero arsenale in proprio possesso, ma l’UDA ha solamente dato avvio al processo.

Importanti figure di quell’organizzazione si sono incontrati a Belfast con l’Independent International Commission on Decommissioning (IICD) – con il cosiddetto brigadiere di North Antrim/Londonderry, Billy McFarland, che ha parlato due volte con la squadra di de Chastelain.

Alla domanda se il processo verrà completato prima della scadenza del prossimo febbraio, un’importante lealista ha detto al giornale: “E’ quello che abbiamo promesso (all’IICD).

“Se non accadrà nulla di disastroso, andrà in questa maniera”.

E riguardo ai tempi di risposta dell’UDA, ha affermato che “prima accade, meglio sarà.

“Più a lungo aspettiamo e maggiore è la possibilità che accada qualcosa.

“Molti di loro (dirigenti UDA) vogliono compiere il passo prima possibile.

“Cosa si potrebbe fare con le armi, comunque?” ha chiesto la fonte.

Non tutte le armi di UDA sono sotto il controllo dell’attuale Inner Council, dopo una serie di faide interne.

C’è anche il dubbio circa l’impegno di Billy McFarland verso il processo di messa fuori uso delle armi.

L’ultimo rapporto emesso da IICD ha segnalato un importante progresso nella decommissioning, non solo per le tre principali organizzazioni paramilitari, ma anche per la brigata di SouthEast Antrim.

Se non si otterranno progressi, il Segretario di Stato Shaun Woodward ha minacciato di concludere il processo di decommissioning.

Recentemente Woodward ha detto al Telegraph che l’ultima scadenza di febbraio non sarà più modificabile.