Orange Order a BallycastleIl presidente del Consiglio Distrettuale di Moyle, Paudie McShane, ha pubblicato una vigorosa dichiarazione dopo la manifestazione del 12 luglio a Ballycastle in cui chiede un incontro per evidenziare le gravi preoccupazioni derivanti dalle “parate inutili”.

Il consigliere McShane ha rivelato che è stato in contatto con la Commissione Parate e che i rappresentanti parteciperanno ad una riunione in città per discutere una serie di questioni nella prossima settimana o giù di lì.

Ha detto che ha parlato con quindici persone che vogliono dare il loro parere su una parata che ha descritto come un “evento sgradevole”.

E il rappresentante indipendente prevede inoltre di organizzare una riunione con il comandante della PSNI del Distretto H per affrontare le questioni di polizia che sono sorte.

Questo, ha detto, è qualcosa che avrebbe fatto per conto del Consiglio di Moyle.

Il consigliere McShane insiste che il suo commento sul 12 luglio è stato fatto per provocare un dibattito, ma non chiede scusa per aver domandato la fine delle parate degli Ordini Lealisti nella città e afferma che molti ache nella comunità unionista vorrebbero vedere le manifestazioni del 12 luglio spostate in un luogo più adatto.

Ha inoltre criticato i membri delle bande musicali per aver indossato una maglietta decorata dallo slogan “I nostri piedi orangisti hanno marciato sulle vostre strade”, definendole inaccettabili.

Ha continuato: “La maggioranza, tramite la polizia, la Commissione Parate, il Consiglio ed anche i media, qualificherà il deplorevole procedimento come un successo, dato non ci sono stati disordini maggiori.

“Questa semplificazione non getta uno sguardo sulla verità, né ritrae un quadro olistico.

“L’apprensione, la paura e l’ansia sono alcune delle parole che descrivevano i pensieri dei leader comunitari prima e durante la manifestazione. I membri della comunità locale sono stati aggrediti; gli stessi poliziotti sono stati aggrediti, molti nella comunità affaristica hanno dovuto sopportare un fuoco di fila di insulti.

“Un numero consistente di lamentele ricevute nel giorno in questione riguardano la libera circolazione della comunità locale.

“Non ho dubbi sul fatto che molti unionisti saranno stati nauseati da ciò di cui sono stati testimoni. Non è un segreto che qualcuno all’interno della famiglia unionista vorrebbe vedere le parate spostate in una posizione adatta. Adesso devono fare pressione per assicurarsi che gli eventi della scorsa settimana vengano sradicati.

“L’Orange Order, in quanto organizzatore, ha la responsabilità dell’evento. Devono ora confrontarsi con i rappresentanti di questa comunità per portare ad una rapida conclusione del controsenso delle parate orangiste a Ballycastle.

“Già molti di coloro che sono stati oggetto di aggressioni o di abuso all’interno della comunità locale insistono per far avere il loro parere alla Commissione Parate. Faciliterò un incontro per evidenziare i seri dubbi che nascono da queste marce inutili a Ballycastle. I leader comunitari, la comunità imprenditoriale e gli abitanti locali meritano un enorme plauso per il modo professionale in cui si sono gestiti”.