La Mon bombing
I graffiti contro lo Sinn Féin scritti su dozzine di muri di tutta Belfast e nel North Down sembrano far parte di un’azione coordinata.

Non è ancora chiaro chi sia responsabile per i vandalismi o cosa esattamente i graffiti intendano evidenziare.

L’identico messaggio – “Remember the La Mon bombing. 13 Protestants killed. For what??? Sinn Fein vote!” – è comparso in diverse aree a Belfast – Woodstock, Ravenhill, Cregagh, Ballybeen e Shankill – ma anche a Newtownards e Bangor.

L’ex sindaco dell’Ulster Unionist Party, Jim Rodgers, afferma di non aver idea di chi abbia scritto sui muri ma chiede ai responsabili dei vandalismi di fermarsi.

“Odio vedere i muri sporcati dai graffiti e, mentre posso comprendere a volte i sentimenti, e anche in questa occasione, tuttavia, li ho notati su proprietà private e sono già stato contattato per ottenere la rimozione”, ha affermato.

Il rappresentante per East Belfast ha aggiunto: “Mentre la gente può essere d’accordo con quello che dicono, non vuole vedere le loro aree deturpate dai graffiti.

“Al Belfast City Council stiamo continuamente rimuovendo i graffiti e costano un sacco di soldi alla città”.

Rodgers ha concluso: “Ci sono altri modi e metodi per raggiungere il tuo scopo senza scriverlo sui muri”.