Gli unionisti hanno posto domande sullo “sconcertante” importo di soldi pubblici messi da parte per lo sviluppo dell’ex prigione di Maze, nonostante i tagli imposti agli altri ministeri

Maze Regeneration SiteLa scorsa settimana, l’Ufficio del Primo Ministro e del Vice Primo Ministro (OFMDFM – Office of the First Minister and Deputy First Minister) ha pubblicato i suoi piani di spesa ministeriali in base al progetto di bilancio riveduto, con oltre 25 milioni di euro stanziati per l’ex carcere di massima sicurezza.

In base ai piani, nel periodo 2011-2015 saranno spesi 26 milioni di euro (21,38 milioni di sterline) per lo sviluppo del sito.

Lo scorso luglio, dopo mesi di impasse, il DUP e lo Sinn Fein hanno raggiunto un accordo sui futuri piani per la prigione, compresa la costruzione di un edificio incentrato sulla pace e risoluzione dei conflitti e la formazione di un’agenzia di sviluppo per sbloccare il potenziale commerciale del sito.

Il consenso è stato raggiunto dopo il crollo del progetto di costruzione di uno stadio multi-sport sul terreno della prigione di Lisburn.

La questione della riqualificazione alla Maze ha diviso le opinioni politiche da quando il carcere è stato chiuso nel 2000, con molti unionisti preoccupati per i progetti diretti a conservare gli edifici legati agli scioperi della fame repubblicani.

L’anno scorso, è emerso che sonogià stati spesi oltre 14 milioni di euro per rendere agibile il sito Maze in vista della riqualificazione.

Reagendo alle cifre di spesa avanzate dall’OFMDFM, il leader dell’UUP Tom Elliott ha sostenuto i numeri mostrati sollevano una serie di domande.

Indicando la ripartizione monetaria, ha detto: “2,3 milioni di euro sono destinati al 2011/12, per il 2012/2013 sono previsti 2,5 milioni di spese, ma queste aumentano a oltre 7 milioni nel 2013/14 e a 14,5 milioni nel 2014/15. Si tratta di una spesa di circa 26 milioni di euro su un sito su cui è già stato deciso di non fare uno stadio nazionale “.

Ha aggiunto: “Perché vanno spesi tutti questi soldi? Difficilmente si può chiamare il luogo ‘centro di trasformazione dei conflitti’ perché è destinato ad essere finanziato con fondi europei, così che cosa riceveranno gli abitanti dell’Irlanda del Nord per i loro 26 milioni di euro?”

Il leader del TUV Jim Allister chiede come i capitali previsti dall’OFMDFM potranno essere “conservati” per tutto il quadriennio, mentre il Ministero delle Imprese, responsabile dello sviluppo economico, deve far fronte ad un taglio di bilancio pari al 64%.

“Il fatto che il denaro possa essere trovato per il progetto Provo (dei Provisional IRA, Ndt) a Maze, ma invece non è disponibile per nuovi progetti di sviluppo industriale in tutta l’Irlanda del Nord, è uno sconvolgente atto d’accusa per Stormont e per le priorità della sua coalizione tra DUP e Sinn Fein”, ha affermato.

“Trovo che questo sia abbastanza sconcertante e credo che la gente sarà altrettanto inorridita”.

In separate allocazioni di capitale, viene proposto l’utilizzo di 27 milioni di euro per lo sviluppo della caserma Ebrington a Derry sempre per il periodo 2011-2015. Quasi 3.500.000 euro sono stati assegnati per il carcere di Crumlin Road a Belfast.

Il portavoce dell’OFMDFM ha preferito non rilasciare commenti in materia.