Così pare che importanti membri del DUP e dell’UUP abbiano trascorso un interessante fine settimana visitando la tenuta di Lord Salisbury nell’Hertfordshire

Peter Robinson, Nigel Dodds e Sammy Wilson dalla parte del DUP.

Danny Kennedy, Tom Elliott, David Campbell e Mark Cosgrove per l’Ulster Unionist Party.

A dirigere l’incontro il Segretario di Stato Ombra, Owen Patterson.

Lo sviluppo segue le discussioni dietro le quinte tra i partiti avute nelle ultime settimane e l’accordo di collaborare sulla questione polizia.

Il dibattito è stato infiammato dalla comprensione che Martin McGuinness ha un’ottima possibilità di conquistare il ruolo di Primo Ministro dopo le prossime elezioni per l’Assemblea.

Una precedente riunione riguardante David Ervine mostra che qualsiasi gruppo deve essere creato prima di un’elezione per avere qualsiasi effetto legale.

Comunque, la mia impressione è che i colloqui siano incentrati sulle prossime elezioni per Westminster.

Sappiamo che c’è già pressione per accordarsi su un candidato unionista a South Belfast e a Fermanagh South Tyrone.

Ma questi colloqui vanno oltre a ciò.

Ogni unionista e ogni potenziale seggio unionista viene esaminato in base alla ragione dell’unità.

Una coalizione è una possibilità distinta, come nel 1986, ma certamente ci sono dei problemi.

Nessuno nei due partiti è entusiasta della prospettiva.

Molte vecchie battaglie restano in sospeso e alcuni membri più anziani non vogliono spartire nulla con i loro rivali.

E che dire dei Conservative, in particolare per i nuovi accordi con l’UUP.

I Tories saranno ben consapevoli che in un parlamento in cui ogni voto conterà, avrebbe senso avere a bordo ogni unionista.

Poi c’è la questione di Sylvia Hermon.

La parlamentare di North Down sta parlando di partecipare ad un incontro dell’esecutivo il prossimo sabato.

Le sue vedute saranno molto interessanti.

Questo potrebbe funzionare.