Un uomo è comparso in aula, accusato in collegamento con l’omicidio dell’agente Ronan Kerr

Gavin CoyleGavin Coyle, 33 anni di Omagh, è comparso in aula presso il Dungannon Magistrates Court. E’ stato accusato di possesso di esplosivi, armi da fuoco e articoli utilizabili da terroristi.

Nessuna domanda di rilascio è stata presentata e l’uomo è tornato in custodia per quattro settimane.

Le accuse sono legate agli oggetti ritrovati durante un perquisizione della polizia a Coalisland, compiuta dopo l’omicidio Kerr.

Semtex, fucili d’assalto Kalashnikov e ordigni esplosivi improvvisati sono stati ritrovati dalla polizia in un garage in Mountjoy Road.

Un’orma ritrovata sulla scena della perquisizione è identica ad una presa nella casa dell’accusato.

Un investigatore afferma che anche un nastro proveniente da telecamere a circuito chiuso è stato sequestrato come prova. Inoltre ha spiegato che Coyle è stato riconosciuto in due casi mentre era in custodia.

Il poliziotto cattolico Ronan Kerr, 25 anni, fu ucciso il 2 aprile dallo scoppio di una bomba lasciata sotto alla sua vettura.

Altri due uomini fermati durante le indagini sono stati rilasciati “incondizionatamente”.

Coyle comparirà nuovamente il mese prossimo in tribunale in collegamento video.