David McNarry - UUPIl candidato leader John McCallister ha affermato che, in caso di successo, espellerà David McNarry dal partito.

Il parlamentare di Strangford ha lasciato il gruppo assembleare dell’UUP ma è rimasto iscritto al partito dopo essere stato sanzionato da Tom Elliott per i suoi colloqui segreti con il DUP.

Da allora McNarry ha lanciato una serie di attacchi pubblici contro la leadership di Elliott e adesso dovrà affrontare dei provvedimento disciplinari.

Alla domanda su cosa farà nei confronti del veterano dell’UUP, McCallister ha risposto: “Dato il suo comportamento, se diventerò leader, mi piacerebbe espellerlo”.

“È stato una figura negativa per anni, in particolare per il modo in cui trattava Tom Elliott”.

Quando al candidato rivale di McCallister, Mike Nesbitt, la scorsa settimana gli è stata posta la stessa domanda ha detto che non avrebbe potuto rispondere a causa del processo disciplinare in corso.

Saputa la notizia, McNarry ha prontamente risposto: “John dovrebbe concentrarsi sulla sua competizione elettorale.

“Come membro del partito da oltre 40 anni, non prendo lezioni dai principianti”.

E il ribelle dell’UUP ha aggiunto: “Le sue osservazioni sono scurrili e rivelano una parte del malessere dell’operare contro i veri valori tradizionali dell’unionismo dell’Ulster, che io rappresento.

“Cerco di preservare la mia integrità – non ho possibilità di rispondere alle accuse ingiuste mosse contro di me, che mi hanno causato profondo dolore e mi hanno obbligato ad un’udienza disciplinare.

“Ho intenzione di arrivare alla fine della questione”.

Il prominente orangista ha aggiunto: “John dovrebbe ricordare che il prossimo leader dell’UUP dovrebbe essere un unificatore, accettabile per tutto il partito.

“Non c’è modo, se ho capito bene, che un nuovo leader mi possa espellere fino a quando le procedure disciplinari sono state completate e se, come mi aspetto, il risultato sarà in mio favore allora John McCallister avrà fatto, ancora una volta, il passo più lungo della gamba”.