da Belfast, Andrea Varacalli, Avvenire – 9 aprile 2011

Scoperto esplosivo Semtex simile a quello utilizzato per uccidere il poliziotto cattolico

Limestone Road, North Belfast | © Andrea Aska VaracalliPiùdi venti allarmi bomba in una settimana. E’ paralizzata la provincia nordirlandese. L’ultimo ieri (venerdì, NdA) a Newry, sull’autostrada per Dublino, al confine con l’Eire dove la maxi-operazione delle forze di sicurezza è andata avanti per l’intera giornata. Fermati anche i treni in entrambe le direzioni.

Intanto proseguono le indagini sull’omicidio dell’agente di polizia Ronan Kerr, avvenuto lo scorso sabato ad Omagh. Esercito e polizia hanno sequestrato un ingente quantitativo d’armi. Nel blitz diretto dai reparti dell’intelligence britannica “C3”, gli agenti sono risaliti ad un deposito della brigata repubblicana di East Tyrone, a Coalisland.

Nel garage di un’abitazione sono stati trovati componenti per la fabbricazione di lanciamissili, detonatori, timer, munizioni e quattro mitragliatori Ak-47 Kalashnikov.

Ma soprattutto, gli inquirenti, hanno trovato il Semtex: lo stesso esplosivo al plastico usato per uccidere il venticinquenne poliziotto cattolico Kerr, piazzandolo sotto la sua automobile che è esplosa all’accensione.

Secondo la polizia si tratterebbe del “più importante sequestro d’armi negli ambienti repubblicani da decenni”.

Contemporaneamente, in Scozia, a Dunbartonshire, è stato arrestato un ventiseienne cattolico. L’uomo, trasportato in elicottero a Belfast, è ora interrogato dalle unità anti-terrorismo nella base di Antrim assieme ad un altro fermato.

Sulle modalità del nuovo attacco delle formazioni paramilitari repubblicane – simile al repertorio del Provos visto in 30 anni di conflitto e soprattutto nella natura dell’esplosivo – si è espresso Martyn Frampton, uno dei massimi accademici sulla questione anglo-irlandese: “Si tratta di esplosivo già usato nel 2008 a Fermanagh. Quel Semtex immagino provenga dagli arsenali dei Provisionals Ira, ed è arrivato nelle mani dei dissidenti prima dello smembramento della cellula estrema dell’Ira”.