Blaze FX in Lord Street, East Belfast

Charter NI si è assicurata un finanziamento di 30mila sterline per gestire il progetto, voluto dall’Housing Executive Community Cohesion

Nove murales paramilitari dipinti a East Belfast saranno rimossi e sostituiti.

Il lavoro è iniziato in Lord Street. Il progetto dell’importo complessivo di circa 40.000 euro è finanziato dal fondo Communiuty Cohesion dell’Housing Executive.

Il progetto sarà supervisionato da Charter NI, un’organizzazione indipendente che studia le cause del conflitto a livello di comunità in Irlanda del Nord.

Il tema dei nuovi murales è stato concordato tra la comunità di East Belfast e l’Housing Executive. Gli artisti di Blaze FX dovrebbero completare il progetto entro la fine di luglio.

Deirdre Crawford, Cohesion Manager al Northern Ireland Housing Executive, ha affermato: “L’avvio di questo progetto è importante per la zona e i riscontri sono molto positivi. La comunità è grata per l’inizio di questo progetto dopo un lungo processo di consultazione e vorrebbero veder progredire anche altri piani. Questa attività fa parte di un processo più ampio che è in corso da parecchi anni e serve a cambiare cuore e mente. Vogliamo andare avanti e abbracciare la pace”.

Il progetto di sostituzione delle immagini in Lord Street fa parte dell’ampia strategia di rinnovamento dell’area chiamata “The Diamond Project”, che include piani per portare gli edifici vuoti costruiti per edilizia sociale di nuovo in uso e per sviluppare un sistema ambientale.

L’Housing Executive lavora per sostenere le comunità locali nella rimozione dei simboli esteriori del settarismo attraverso il mezzo dell’arte. La visione del Housing Executive è quella per cui le abitazioni giocano un ruolo nella creazione di una società pacifica, inclusiva, prospera e giusta.

Gary Ballantyne, Area Manager per South e East Belfast del Northern Ireland Housing Executive, ha dichiarato: “Il Diamond Project è stato istituito dal Belfast City Council per cercare di impegnarsi con una comunità che si è allontanata dalla organizzazioni (paramilitari), compresa la nostra. Il nostro obiettivo è quello di migliorare le condizioni abitative, ma come si può vedere dal progetto di sostituzione dei murales, il nostro lavoro è molto di più di questo. Attraverso il Diamond Project diversi progetti di manutenzione del territorio sono già stati completati e stiamo valutando la futura rigenerazione dell’area di Constance Street”.

Dee Stitt, Chief Executive di Charter NI, ha aggiunto: “L’inizio di questo lavoro segna un passo in avanti per la comunità locale e porta a compimento i risultati positivi di molti anni di dialogo e di discussione. La nostra organizzazione lavora per consentire, attrezzare e potenziare le comunità di tutta Belfast e il lavoro di sostituzione dei murales paramilitari nella zona Lord Street avrà un ruolo cruciale in questo senso”.