Martin McGuinness | Gerry AdamsGerry Adams nega le voci provenienti da WikiLeaks secondo cui lui era un leader dell’IRA ed era a conoscenza in anticipo della rapina alla Northern Bank.

Secondo le ultime rivelazioni provenienti dai dispacci delle ambasciate americane, il governo irlandese “ha prove solide come la roccia”.

Adams afferma che le voci non sono nuove, erano già state negate in precedenza, e ha puntato il dito contro i partiti politici irlandesi rivali dello Sinn Fein per le accuse rivolte adesso.

Adams e Martin McGuinness erano a conoscenza dei piani per la rapina da 32,5 milioni di euro (26,5 milioni di sterline) alla Northern Bank di Belfast nel 2004, di cui è ritenuta responsabile l’IRA. Lo hanno detto funzionari di Dublino all’ambasciatore americano James Kenny.

Ma Adams ha detto che le voci erano state rese pubbliche dall’allora primo ministro irlandese e leader del Fianna Fail, l’ex Taoiseach Bertie Ahern, e furono respinte in blocco dai repubblicani.

“Le ripudiai allora, come fece Martin. Non c’è nulla di vero”, ha affermato Adams.

“Parlai in privato con il Taoiseach riguardo alla questione.

“Era mia convinzione all’epoca, perché era molto intensa allora come adesso, che centrasse la rivalità tra Sinn Fein e Fianna Fail.

“Vidi questo come una parte dell’attacco del Fianna Fail contro lo Sinn Fein”.

Sebbene WikiLeaks attribuisca l’informazione ai messaggi diplomatici statunitensi, il problema non era mai stato sollevato nei contatti tra Sinn Fein e Casa Bianca.

“Per oltre 15 anni ho lavorato a stretto contatto, e continuo a farlo, con l’ambasciatore americano e con il presidente americano, il vice presidente e altri membri dell’amministrazione”, afferma Adams.

Nessuno mi ha mai detto nulla”.

La nota di Kenny si riferisce ad un incontro con funzionari di alto livello del governo irlandese incentrato sulle preoccupazioni di Ahern riguardo al processo di pace.

Northern BankL’ambasciatore registrava: (Ahern) ha detto che il GOI (Government of Ireland – Governo d’Irlanda) ha prove solide come la roccia che Gerry Adams e Martin McGuinness erano membri del comando militare dell’IRA e per tale ragione il Taoiseach è sicuro che sapevano in anticipo della rapina”.

Mentre McGuinness, vice primo ministro a Stormont, ha ammesso di essere stato un comandante dell’IRA, Adams ha sempre negato di essere stato membro di tale organizzazione.

La denuncia di WikiLeaks, riportata sul quotidiano Guardian, giunge mentre il presidente dello Sinn Fein si prepara a fare una scommessa politica, lasciando il seggio a Westminster per West Belfast e presentandosi nella Contea di Louth per le prossime elezioni della Repubblica d’Irlanda.

La mossa fa parte della strategia dello Sinn Fein di costruire un sostegno elettorale anche a sud del confine.

Un portavoce del partito ha respinto la denuncia parlando di “totale insensatezza”.

Non c’è uno straccio di prova che collega i repubblicani alla rapina alla Northern Bank e Martin McGuinness e Gerry Adams hanno già chiarito le loro posizioni in passato riguardo alla questione”, ha affermato.

Adams ha negato direttamente le voci parlando con BBC.

Intanto ha detto che i documenti, sempre provenienti da WikiLeaks, secondo cui l’MI5 ha dei dossier sull’assassinio dell’avvocato Pat Finucane, sono una scoperta importante.

Adams dice che se i documenti esistono, dovrebbero essere resi pubblici.
WikiLeaks