Pat FinucaneL’ex Taoiseach irlandese Bertie Ahern raccontò ai diplomatici statunitensi che “tutti sanno” del coinvolgimento del Regno Unito nell’omicidio dell’avvocato Pat Finucane. Si legge in un messaggio inviato dall’ambasciata americana e pubblicato su WikiLeaks.

L’avvocato cattolico, da sempre impegnato nei diritti umani, fu ucciso in uno degli omicidi più controversi dei Troubles, che portarono a sospettare una collusione tra le forze di sicurezza e la banda lealista che compì l’assassinio nel 1989.

Il governo britannico si riserva di annunciare se istituirà un’inchiesta pubblica sulla morte di Pat Finucane.

I commenti di Bertie Ahern sono riportati nel messaggio scritto da James Kenny, l’ex ambasciatore statunitense in Irlanda, nel giugno 2005.

Il messaggio segue un incontro tra l’ex primo ministro irlandese e Mitchel Reiss, Inviato Speciale statunitense in Irlanda del Nord. Secondo il documento “confidenziale”, Ahern chiese al Regno Unito di portare le prove “che illustravano il suo coinvolgimento nell’omicidio Finucane”. Affermò che il governo irlandese voleva sapere “quanto in alto era arrivata la collusione governativa nel Regno Unito”.

Ahern spiegò che se gli inglesi avessero fornito tali informazioni, la notizia avrebbe occupato le prime pagine dei media solo per poche ore, perché “tutti sanno che il Regno Unito era coinvolto” nell’omicidio.
WikiLeaks