Willie Frazer | © Andrea "Aska" Varacalli

Per l’attivista lealista “Una Spinta per la Giustizia” è un progetto per “le vittime innocenti del terrorismo repubblicano”

Per il mese prossimo le vittime dell’IRA stanno pianificando una processione di letti spinti davanti agli Ardoyne Shops nel tentativo di mettere in evidenza la loro lotta per un risarcimento da parte della Libia.

I parenti di vittime di alcuni attentati IRA, tra cui quelle della bomba di Shankill, dell’attacco di Kingsmill e dei tre soldati scozzesi attirati verso la morte da donne repubblicane, saranno tra le persone sdraiate sui letti che verranno spinti per strada.

“Una Spinta per la Giustizia” è parte di un nuovo tentativo di raccolta fondi guidato dall’attivista Willie Frazer, per recuperare i soldi per un viaggio in Libia dove cercherà di ottenere un risarcimento per l’appoggio dello stato nordafricano all’IRA.

L’evento dovrebbe partire da Upper Ardoyne, proseguire lungo Crumlin Road verso Woodvale, quindi per Shankill Road fino al centro cittadino. È previsto per sabato 14 dicembre. È prevista la partecipazione di circa 40 vittime e sostenitori.

Nel 1972 il leader libico, il colonnello Gheddafi, indicò l’esercito repubblicano irlandese come “un alleato nella lotta contro l’imperialismo occidentale”.

Fornì una grande quantità di denaro, armi ed esplosivo Semtex all’IRA, aiutando la campagna armata repubblicana.

Attualmente sono in corso negoziati tra il governo inglese e la Libia per conto delle 156 vittime britanniche.

“È una spinta per la giustizia per le vittime innocanti del terrorismo repubblicano” ha detto Frazer al Belfast Telegraph.

“Può servire a chiudere il caso Libia”.

Secondo il lealista entrambe le comunità sono invitate a partecipare all’evento.

Una seconda iniziativa analoga dovrebbe tenersi a gennaio a Londra, partento dal luogo in cui esplose la bomba ad Harrods o da Canary Wharf per giungere alla residenza del primo ministro in Downing Street.

Background

Nel 1972 il colonnello Gheddafi indico l’IRA come “un leato nella lotta contro l’imperialismo occidentale”. Nel 1973 e nel 1978 due navi cariche di armi provenienti dalla Libia furono intercettate prima che giungessero all’IRA. Non è conosciuto il numero di navi che hanno raggiunto le coste irlandesi, ma il Semtex fornito dalla Libia sarebbe stato il componente principale di alcuni degli attacchi repubblicani che causarono il maggior numero di vittime.