Il comunicato rilasciato da Willie Frazer, portavoce dell’Ulster People’s Forum, dopo essere stato arrestato e rilasciato dalla PSNI nella sera di venerdì 8 febbraio 2013

Willie FrazerSono appena stato rilasciato dalla stanza di custodia della PSNI dopo essere stato arrestato per ordine dei repubblicani.

Ora alcune persone ancora non credono fino a che punto la polizia qui sia stata infiltrata ma lo dico nuovamente e quanto avvenuto la sera scorsa (venerdì 8 febbraio, Ndt) lo dimostra ancora una volta. Ero a una riunione a Tyrone per discutre dell’Ulster People’s Forum e delle proteste in quella zona, un ottimo incontro mi permetto di aggiungere.

Quando sono andato via ho guidato fino a Coalisland per vedere alcune delle operazioni sul gasolio, per vedere se sono ancora in attività, e ho trovato un comitato di accoglienza – che deve aver ricevuto una soffiata. C’era un trattore a bloccare la strada e quando ho rallentato due auto si sono avvicinate velocemente alle spalle e hanno cercato di mandarmi fuori strada. Poi due ragazzi sono saltati giù dal trattore con i bastoni da hurling e hanno iniziato a picchiare sui finestrini, urlando insulti settari. Potevo vederne altri quattro o cinque sulla strada dietro di me, così ho ingranato la retromarcia e sono andato verso di loro. Poi mi sono spostato fino al bordo della strada e intorno al trattore, con questi ratti lanciati verso il fosso. Ho guardato bene i due ragazzi con i bastoni che hanno cercato di tirarmi fuori dalla macchina – sono abbastanza sicuro siano volti noti della brigata di East Tyrone.

Dopo circa due-tre chilometri sono stato fermato da una pattuglia PSNI. Hanno detto che mi stavano arrestando per guida pericolosa, quindi mi hanno fatto uscire dalla macchina e iniziato a cercare e svuotare le carte del FAIR, delle vittime e dell’Ulster People’s Forum. Quando ho chiesto loro a che gioco stessero giocando, mi hanno spinto sul cofano arrestandomi in base alla legge contro il terrorismo. Ora, quello che mi ha parlato aveva un accento del sud – di Dundalk o Castleblayney, verso Crossmaglen.

In ogni caso mi hanno portato alla stazione di polizia, mi hanno tolto tutta la mia roba di dosso e mi hanno messo in una cella, tenendomi lì per tre ore senza che nessuno mi offrisse neppure una goccia da bere. Alla fine sono arrivati due detective e mi hanno portato nella stanza di custodia. L’unica cosa di cui interessava parlare a questi ragazzi era l’Ulster People’s Forum – chi sono i leader, qual è la strategia. Non potevo credere alle mie orecchie. La PSNI adesso sta dicendo che è una violazione della legge contro il terrorismo scendere in stada e difendere la bandiera del nostro paese con proteste pacifiche – la stessa bandiera per la quale sono morti molti agenti della RUC! Quegli uomini si staranno rivoltando nella tomba, se fossero stati in quella stanza con me, ve lo posso garantire.

Mi sembra che adesso abbiano preso la decisione di demonizzare il People Forum o quanto meno alcuni dei leader. Quelli che non possono essere comprati, li etichettano come terroristi. Nel frattempo non c’è stato un arresto per l’omicidio dell’agente di polizia avvenuto a Dundalk la scorsa settimana, anche se la vettura è stata trovata bruciata in South Armagh.