Willie Frazer

L’Alta Corte ha deciso di rilasciare Willie Frazer ma non potrà mai avvicinarsi a meno di 3 km da qualsiasi manifestazione di protesta per le bandiere

Giovedì un giudice della Corte Suprema ha accettato di rilasciare il cinquantaduenne, dopo aver saputo che soffre di un cancro incurabile.

Frazer è accusato di aver incoraggiato l’esecuzione di reati quando tenne un discorso di fronte ai manifestanti radunati in Donegall Square a Belfast il 19 gennaio.

È anche accusato di possesso di un Taser, di aver ostacolato il traffico in un luogo pubblico e di tre accuse per aver preso parte ad un corteo non notificato.

Frazer ha detto alla polizia di credere che il Taser, trovato durante la perquisizione della sua casa di Markethill, fosse un pungolo per maiali o mucche. Lo aveva preso da un giovane circa otto anni fa.

Il giudice Weir ha anche vietato a Frazer dal fare discorsi pubblici o fare commenti sui social network in relazione alla controversia sulle bandiere.

Quando il giudice ha chiesto se avrebbe mantenuto la sua parola, Frazer ha risposo: “Al cento per cento, Vostro Onore”.

Frazer è apparso in video-collegamento dal carcere di Maghaberry, mentre i parlamentari unionisti Jim Allister e Danny Kennedy stavano tra il pubblico con la moglie Ann Frazer.

L’avvocato della Procura Adrian Higgins ha detto che, sebbene Frazer non sia accusato di violenza, l’ex attivista per le vittime era stato visto in piedi vicino a manifestanti mascherati che attaccavano la polizia.

Dopo essere stato arrestato e accusato, Frazer ha detto: “Non riconosco una forza di polizia politica dello Sinn Féin”.

“Ha anche affermato che sarebbe rimasto in carcere per sei mesi, se necessario, al fine di poter discutere in tribunale le accuse inventate contro di lui”, ha detto Higgins.

L’avvocato ha spiegato che il ruolo di Frazer come portavoce dell’Ulster People’s Forum significa che continuerà ad incoraggiare gli altri manifestanti.

Higgins ha affermato: “La polizia ritiene che troppo spesso quelle che sono iniziate come proteste pacifiche si sono trasformate in gravi disordini pubblici con conseguenti danni alle proprietà, lesioni a membri del pubblico e della polizia, nonché significative perdite finanziarie per le imprese locali e per l’economia dell’Irlanda del Nord nel suo complesso”.

Ma parlando a nome di Frazer, l’avvocato Alan Kane ha detto che il suo cliente non è stato accusato di aver organizzato le proteste e ha sottolineato il passato senza macchia del portavoce dell’Ulster People’s Forum.

“Questo è un uomo che non ha precedenti penali, ma ha un cancro incurabile per il quale è attualmente in cura”, ha detto alla corte il legale.

Kane ha anche spiegato come Frazer avesse già aiutato le vittime del terrorismo prima di lasciare per motivi di salute.

In aula è stato ricordato che il padre di Frazer, due zii e due cugini furono assassinati dal IRA.

“Lui mi informa che ha perso sei cari amici a causa del terrorismo”, ha detto Kane.

“E ciò lo ha spinto ad aiutare le persone che hanno sofferto in modo simile”.