Il veterano lealista Winston “Winkie” Rea, su una sedia a rotelle, ha potuto lasciare il tribunale, dove è accusato per l’omicidio di due cattolici avvenuti nel corso dei Troubles, rilasciato con la condizionale.

Winston Rea è accusato di aver ucciso John Benedict Devine il 23 luglio 1989 a West Belfast e John Joseph Gerard O’Hara a SOuth Belfast il 17 aprile 1991.

I magistrati di Belfast hanno appreso nell’udienza di lunedì che il sessantacinquenne “Winkie” Rea è accusati di 12 reati comppiuti tra il 1971 e 1991.

L’ispettore PSNI Neil McGuinness ha detto di ritenere possibile collegare l’accusato a tutti i reati ascritti.

Winston Rea è stato interrogato dalla polizia altre 32 volte e non ha mai fatto alcuna ammissione, secondo quanto raccontato dal suo avvocato difensore.

Il lealista ha fatto una dichiarazione di negazione nell’interrogatorio finale, ha aggiunto il legale.

Winston Rea è entrato in aula spinto su una sedia a rotelle perché soffre di alcuni disturbi fisici.

Solo un’accusa è stata letta – appartenenza al gruppo paramilitare proscritto Red Hand Commando – e quando è stato chiesto a Winston Rea se aveva capito quanto detto, si è battuto un orecchio per far capire che non aveva sentito.

Allora il lealista è stato spostato ulteriormente verso il banco della giuria, dove ha schiacciato l’orecchio contro il vetro temperato.

Alla seconda lettura dell’accusa, Rea ha fatto cenno di aver compreso.

Per tutta la breve udienza, il prominente lealista ha ascoltato con attenzione, guardando di tanto in tanto verso la galleria del pubblico, dove si trovavano i parenti.

A poca distanza erano seduti i parenti delle due vittime, uccisi solo perché cattolici.

Un avvocato dell’accusa ha detto che il rilascio era stato concesso ma subordinato ad alcune stringenti condizioni, tra cui il deposito del passaporto in tribunale, risiedere presso un indirizzo da comunicare e l’obbligo di notificare alla polizia se si allontanerà per più di 24 ore da casa.

Il giudice distrettuale Fiona Bagnall ha rilasciato Rea con sua cauzione di 500 sterline e ha rinviato la causa all’1 agosto.

Il giudice ha anche dispensato Rea da comparire in aula a causa della sua salute cagionevole.

Una nuova indagine per i due omicidi è stata avviata dopo che la PSNI ha ottenuto i nastri delle interviste rilasciate al Boston College.

Nel 2001 il Boston College ha avviato un progetto di storia orale volto a documentare le prospettive sui Troubles da chi fu direttamente coinvolto nel conflitto.

Gli ex paramilitari, sia repubblicani che lealisti, furono intervistati sul loro ruolo nei 40 anni di violenza, restando inteso che quanto rivelato sarebbe stato reso pubblico solamente dopo la morte.

Ma le successive sentenze negli Stati Uniti hanno consentito alla PSNI di ottenere la custodia dei nastri a fini investigativi.