L’elenco di tutte le vittime della Rivolta di Pasqua del 1916 è stato svelato nel cimitero di Glasnevin a Dublino

Quasi 500 persone, inclusi i leader della ribellione e soldati inglesi, furono uccisi nel corso della Rivolta del 1916. La maggior parte erano civili.

Elencati in ordine alfabetico, il Muro del Necrologio comprende i nomi delle 488 persone decedute durante la Rivolta di Pasqua del 1916.

I nomi comprendono irlandesi e inglesi, militari e civili.

Ci sono state numerose controversie riguardanti l’inclusione dei nomi di 119 soldati britannici, alcuni dei quali sepolti nel cimitero di Glasnevin a Dublino.

Tuttavia il Glasnevin Trust ha spiegato che i nomi incisi nel granito nero rappresentavano solamente i fatti storici.

Il presidente John Green ha detto, durante la cerimonia, che il muro del ricordo riflette l’Irlanda attuale.

“Dietro ognuna di queste vite spezzate c’è una storia di dolore, non importa di quale fazione fosse la persona e se fosse un innocente coinvolto per sbaglio nel conflitto”, ha affermato Green.

“Dopo 100 anni riteniamo che questo memoriale riflette i tempi in cui viviamo, con la stragrande maggioranza della popolazione d’Irlanda che vuole vivere in pace e riconciliazione.

“Sta ad ogni visitatore prendere dal muro ciò che desidera”.

Durante la cerimonia di ieri (domenica 3 aprile 2016, Ndt) hanno parlato membri di varie confessioni e umanisti.

Enda Kenny, il Taoiseach (Primo ministro irlandese, Ndt) facente funzione, ha deposto una corona di fiori ed è stato osservato un minuto di silenzio.

L’inaugurazione del muro del ricordo fa parte del programma ufficiale di commemorazione della Rivolta di Pasqua del 1916.

All’esterno del cimitero di Glasnevin c’era una forte presenza della polizia irlandese, mentre all’esterno dei cancelli si sono radunati alcuni contestatori.

Piccoli tafferugli sono scoppiati fuori dal cimitero di Glasnevin ed un ragazzo di 15 anni è stato arrestato e portato alla stazione di polizia di Mountjouy.