Alan Ryan, graffitiLa Corte Speciale Penale della Repubblica d’Irlanda ha rifiutato la richiesta di cancellare l’accusa di appartenenza all’IRA pronunciata contro il fratello del leader della Real IRA Alan Ryan e contro un altro uomo, dopo l’aggiornamento chiesto per analizzare una serie di prove.

Vincent Ryan, 22 anni, è accusato di appartenenza a un’organizzazione illegale.

Anche Darragh Evans, 23 anni, e Nathan Kinsella, 33 anni, devono rispondere dello stesso reato. Ryan e Evans devono rispondere anche di accuse legate ad armi da fuoco.

L’avvocato di Evans chiesto alla corte di far decadere l’accusa di appartenenza all’IRA e di procedere con una richiesta di cauzione. Stessa procedura è stata adottata dal legale di Vincent Ryan.

Il giudice Paul Butler ha rimandato i due in custodia cautelare fino al 21 novembre quando verranno valutate le prove riguardanti l’accusa sulle armi da fuoco. L’appartenenza all’IRA verrà valutata il giorno 11 docembre.