polizia italianaVentotto presunti sostenitori dell’organizzazione paramilitare Tigri Tamil, operante in Sri Lanka, sono stati arrestati in dieci città italiane (Napoli, Genova, Biella, Novara, Milano, Mantova, Reggio Emilia, Bologna, Palermo e Roma) su ordine della procura di Napoli. Altri due indagati sono riusciti a sottrarsi alla cattura.

L’operazione è stata condotta da 200 agenti di polizia. Nel corso dell’operazione sarebbe stato sequestrato molto materiale propagandistico.

Secondo quanto ricostruito dai magistrati, i fermati avrebbe imposto il pagamento di somme di denaro ad altri connazionali. I soldi raccolti venivano quindi inviati in Svizzera, da dove venivano smistati fino allo Sri Lanka.

La Ltte (Liberation Tigers of Tamil Eelam) è stata fondata nel 1972, quando nacque per rivendicare i diritti della minoranza tamil. Ho portato a termine azioni di guerriglie e attintati nell’intero Sri Lanka, chiedendo l’indipendenza della parte settentrionale del paese.