Opposizione insorge: Mai. E presenta testo alternativo

FascistiROMA – Repubblichini come i partigiani, scoppia la polemica su una proposta di legge del Pdl, all’esame della commissione Difesa della Camera. Primo firmatario, il deputato Gregorio Fontana. Si prevede che le associazioni degli ex combattenti della Repubblica sociale di Salò possano avere lo stesso riconoscimento dell’Anpi e delle altre associazioni ex combattentistiche, ricevendo anche contributi statali.

Perchè queste Associazioni siano giudicate di interesse delle Forze Armate, devono essere ‘apolitiche’ e i loro statuti devono rispettare i principi di democrazia interna. Al ministero della Difesa spetta – sempre secondo la proposta – vigilare non solo sulla legittimità dei loro statuti, ma sulle attività stesse delle associazioni.

Norme contro le quali è insorta l’opposizione, con il Pd che ha presentato una propria proposta nella quale si prevede il riconoscimento solo per le associazioni di quanti sono stati “legittimamente belligeranti”, escludendo quindi i reduci della Repubblica sociale; la vigilanza del Ministero soltanto sullo statuto delle Associazioni; le Associazioni sotto l’Alto patronato della Presidenza della Repubblica, per “sottrarle alla maggioranza di turno”.

“Poco più di un mese fa – ha ricordato la vicepresidente dei deputati del Pdl Rosa Calipari – il Pdl ha presentato al Senato una proposta che abrogava il divieto di ricostruire il partito fascista, oggi ci riprovano alla Camera con il riconoscimento delle associazione dei combattenti di Salò? O forse a spingere l’onorevole Fontana c’è la necessità di rivangare il passato per dimenticare l’inglorioso presente? Due anni fa Berlusconi, eravamo al 25 aprile, bloccò la proposta dicendo di non saperne nulla. Oggi, di certo impegnato in altre discussioni, sarà ancora distratto. Ma noi non siamo distratti, ci siamo opposti allora e lo faremo anche ora. Mai i partigiani potranno essere messi sullo stesso piano dei repubblichini”.