Ciclone in BirmaniaSi prospetta una vera catastrofe umanitaria nel Myanmar (ex Birmania). Le autorità parlano di 60 mila tra morti e dispersi mentre i senzatetto sono migliaia.

Però, per ora, la giunta militare birmana nega i visti di ingresso alle squadre di soccorso, ferme a Bangkok, in Thailandia, in attesa del permesso di entrare.
In particolare la giunta militare non accetta interventi da parte americana.

Andrew Harding, giornalista della Bbc, è stato espulso dal Paese. Secondo il quotidiano ‘Nuova Luce del Myanmar’, organo ufficiale del governo, Harding è stato espulso in quanto ha “infrato le regole sui visti”, cercando di entrare in Birmania con un visto turistico.

Sono decine i Paesi che hanno annunciato di aver inviato aiuti economici o squadre e mezzi di soccorso.

“Le Nazioni Unite faranno tutto ciò che potranno per fornire assistenza urgente alla Birmania”, ha dichiarato il segretario generale Ban Ki-moon.

L’Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione Europea, Javier Solana, ha annunciato un primo stanziamento di 2 milioni di euro ed è pronta “a inviare tutto quello che potrebbe servire”.

Anche il Canada ha stanziato una analoga somma e ha conferito la cittadinanza onoraria ad Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace.

Per bypassare l’opposizione delle autorità birmana, gli Stati Uniti hanno affidato alle Nazioni Unite 3 milioni di dollari.

L’Italia ha già stanziato 123 mila euro per la prima assistenza alla popolazione; giovedì farà partire un volo umanitario con 30 tonnellate di beni di prima necessità (tende, depuratori d’acqua, generatori, kit sanitari).
Il ministero degli Esteri fornirà poi aiuti per un milione di euro (500mila tramite il Pam, 500mila a un fondo emergenza Onu), più 300.000 euro riguardanti l’invio di generi sanitari di emergenza con un volo dell’OMS.

Intanto la Croce rossa internazionale lancia l’appello a raccogliere 4 milioni di euro per portare tende, acqua, zanzariere e altri aiuti, e l’associazione Save The Children per la Birmania parla di milioni di senzatetto e di rischio di epidemie con le migliaia di cadaveri lasciati dalle acque che si stanno ritirando.