Tratto da Repubblica Online

Quattro vittime nell’isola, trasferito oltre un milione di persone
Adesso potrebbe dirigersi verso la Louisiana, il Texas e il Messico

UraganoCUBA – Quattro persone sono morte a Cuba a causa di “Ike”, l’uragano che ha colpito l’isola caraibica. Quattro vittime che fanno salire il bilancio che si aggira sui 70 morti. Le autorità cubane si erano preparate all’emergenza, trasferendo oltre un milione di persone, turisti compresi, dalle zone più a rischio. Malgrado l’uragano sia sceso alla categoria uno, Ike continua a far paura con i suoi venti a 130 chilometri orari. L’allarme è stato esteso alla provincia di Pinar del Rio e all’isola della gioventù, due aree in cui sono stati bloccati i lavori di ripristino dei danni lasciati dall’uragano Gustav, che aveva devastato 10mila case e la rete elettrica.

Le ultime previsioni su Ike, che potrebbe ora riguadagnare forza e toccare categoria 3, indicano che l’uragano potrebbe ora dirigersi verso la Louisiana orientale, la costa del Texas e il Messico, risparmianado la Florida dove la popolazione evacuata è già tornata sulle isole Keys.