La strage di Duisburg

La strage di Duisburg

Paolo Nirta, reggente dell’omonima cosca di Locri, ha tentato la fuga quando i carabinieri hanno sfondato la porta dell’abitazione dove il trentunenne si nascondeva. Si è lanciato dal balcone, finendo però tra le mani di un centinaio di carabinieri che avevano circondato la casa.

Nirta aveva preso il posto del padre Giuseppe a capo della cosca Nirta-Strangio, rivale delle famiglie Pelle e Vottari. A causa dell’omicidio di Maria Strangio, assassinata a San Luca il 31 dicembre 206, la vendetta della cosca Nirta-Strangio fu la strage di Duisburg di ferragosto 2007.

Resta ancora latitante il cognato di Paolo Nirta, Giovanni Strangio, accusato di essere uno dei killer di Duisburg.

Dopo l’arresto, Paolo Nirta è stato trasferito a Reggio Calabria in elicottero. L’udienza preliminare nella quale deve comparire si svolgerà nei prossimi giorni.