Pakistan, attacco contro ambasciata danese

DUBAI (Reuters) – Al Qaeda ha rivendicato l’attacco suicida all’ambasciata danese in Pakistan di lunedì scorso, organizzato per vendicarsi della pubblicazione delle vignette del profeta Maometto.

L’autobomba esplosa fuori dall’ambasciata danese a Islamabad ha ucciso almeno sei persone e ne ha ferite 20.

Un messaggio pubblicato ieri su Internet, firmato dal leader di al Qaeda in Afghanistan Mustafa Abu al-Yazid, spiega che la Danimarca è stata scelta come obiettivo perché non si è scusata per la pubblicazione delle vignette.

L’attacco è stato una “vendetta contro il governo infedele… della Danimarca che ha pubblicato disegni degradanti del profeta… e ha rifiutato di scusarsi ma ha continuato”, recita.

L’autenticità del messaggio non ha potuto essere verificata da Reuters.

La dichiarazione annuncia la diffusione di un messaggio registrato dell’attentatore che ha condotto l’attacco.

Tratto da Reuters Italia