L’ex leader del Progressive Unionist Party, candidata indipendente alle elezioni del 5 maggio 2011, pensa di prendere una pausa per pensare alla via da seguire, dopo la delusione per la perdita del seggio a Stormont

Dawn Purvis | © Paul Moane, Aurora PA“Da venerdì ho lasciato decantare le notizia, così penso sia ora di staccare, ricaricare le mie batterie e decidere cosa ha in serbo per me il futuro”, ha affermato lunedì.

Dawn Purvis, che prese le redini del PUP dopo la morte di David Ervine abbandonandolo a giugno 2010 subito dopo l’omicidio di Bobby Moffett, non è riuscita ad avere il sostegno degli elettori di East Belfast, conquistando solamente 1.702 voti.

Ha ammesso che il risultato “non era quello che ci aspettavamo”, dimostrandosi molto delusa per la mancata rielezione.

“Non avevamo contemplato la sconfitta, quindi ti senti ancora più abbattuta quando avviene”, aggiunge la Purvis.

Ma mentre accetta la sconfitta, insiste che la suq squadra elettorale era perfetta.

“E’ stata una campagna positiva, basata sulle questioni giuste”, ha affermato. “Mi stavo appellando ad un nuovo elettorato – certamente quando guardo ai voti di prima preferenza e guardo ai voti trasferiti, capisco di non aver preso i voti del PUP. Sono i voti «dell’unionismo medio» – o dell’Ulster Unionist, se preferite.

“E non ce n’erano abbastanza”.

Preoccupata della sotto-rappresentazione della classe operaia lealista nella prossima amministrazione di Stormont, Dawn Purvis dice che devono ancora essere fatti dei lavori per combattere alcune questioni fondamentali.

“Quando guardi ai problemi riguardanti la classe operaia, in particolare il problema dell’educazione, vedi che i grandi partiti non l’hanno affrntata negli ultimi 20 anni”, afferma.

“Sono questioni impopolari ma, nondimeno, devono essere affrontate. Spero che ci siano altri modi in cui poter costringere quei partiti che adesso rappresentano la classe operaia lealista, ad affrontare questo genere di problemi.

“Perché se parlano seriamente di costruire un futuro migliore e condiviso per tutti in Irlanda del Nord, allora non possono lasciare indietro nessuno”.

Ma tra le prossime opzioni di Dawn Purvis, c’è anche una pausa dalla scena politica.

“Assicuro che il mio staff è buono, perché ho quattro persone che stanno tutte per perdere il lavoro”, afferma. “Poi mi prenderò una pausa per valutare le opzioni”.

East Belfast sarà rappresentato a Stormont dal leader del DUP Peter Robinson – che ha raccolto 9.141 voti – insieme ai colleghi di partito Robin Newton e Sammy Douglas.

Gli altri tre seggi saranno occupati da Judith Cochrane e Chris Lyttle di Alliance Party e da Michael Copeland dell’UUP.