Un dissidente repubblicano armato è comparso lo scorso lunedì presso i disordini di Armagh, mentre una parata per il 12 luglio stava terminando

Continuity IRA - ArmaghLa ripresa dell’uomo è stata caricata su YouTube da dissidenti repubblicani secondo cui l’uomo armato è un membro della Continuity IRA e l’arma in dotazione è un fucile d’assalto AK47.

Hanno affermato che “è venuto per proteggere la comunità dalla RUC” ed i commenti sul sito pungolano la polizia a proposito della morte dell’agente Stephen Carroll a Craigavon.

Nel video, che sembra essere ripreso con un telefono cellulare, l’uomo a volto coperto cammina verso delle macerie in fiamme su un marciapiede e quindi ritorna sui suoi passi per un saluto con un uomo che fa parte di un gruppo di circa 20 persone.

Una portavoce della PSNI ha detto al News Letter: “Sebbene non controlliamo quotidianamente i siti Internet, comunque, quando qualcosa di natura criminale viene portato alla nostra attenzione, noi investigheremo in modo esauriente.

“Azioni appropriate sono prese quando i reati sono compiuti nella nostra giurisdizione”.

Il direttore di un’associazione di vittime, Willie Frazer, dice che il filmato è l’ulteriore prova della “sfrontatezza” dei dissidenti repubblicani nella Contea.

Riferisce che ci sono state dozzine di attacchi e intimidazioni e molestie per tutto il Twelfth, molti in zone isolate vicino al confine.

Il direttore di FAIR (Families Acting for Innocent Relatives) ha detto che molte delle famiglie attaccate dai dissidenti repubblicani sono troppo spaventate per parlare.

“Gli attacchi orchestrati hanno lo scopo di provocare il terrore nell’isolata comunità protestante lungo il confine e di allontanarli dalle loro case e fattorie.

“Le Orange Hall sono state attaccate – alcune delle quali completamente distrutte come una vicino a Darkley – e altri edifici sono stati colpiti ma la cosa più preoccupante è l’aumento degli attacchi contro le abitazioni isolate”.

Frazer afferma che i dissidenti repubblicani stanno creando delle no go areas” (zone nelle quali è vietato l’ingresso, Ndt) perché la polizia non è in grado di superare la paura di finire sotto attacco.

“Ho speso molto tempo degli ultimi giorni con le famiglie protestanti che soffrono di continue intimidazioni.

“Il basso livello ma l’alta intensità degli attacchi sono utilizzati come un disturbo notturno e le tattiche di intimidazioni sono usate per rendere insopportabile la vita dei residenti.

“Molestie nel cuore delle notte, con porte prese a calci, colpi alle finestre e furto di animali, la cui cadenza quasi quotidiana diventano insostenibili, specialmente per la gente anziana o vedove che abitano da sole”.