La polizia conferma l’avvio di un’indagine sul raduno di lunedì al City Cemetery di Derry, dove membri a volto coperto della Real IRA hanno letto un comunicato

Real IRA - Easter 2011Il gruppo repubblicano ha minacciato di uccidere altri agenti di polizia.

Il Soprintendente Chris Yates riferisce che la polizia ha deciso di “compiere una risposta operativa di basso profilo sull’evento”.

“Un’indagine è stata avviata e chiedo a chiunque abbia informazioni di farle pervenire alla polizia” , ha aggiunto.

Il 32 County Sovereignty Movement ha organizzato il raduno presso il City Cemetery per segnare l’anniversario della Rivolta di Pasqua del 1916.

Il 32CSM viene indicato come l’ala politica della Real IRA, il gruppo armato responsabile della bomba di Omagh del 15 agosto 1998 che uccise 29 persone e due gemelli non ancora nati.

E’ responsabile anche per la morte di due soldati britannici, attaccati due anni fa mentre uscivano dalla caserma di Massereene ad Antrim, e dell’esplosione di un’autobomba a Derry lo scorso anno.

Il Soprintendente Yates afferma: “Qualsiasi infrazione alle leggi comunicata alla polizia o giunta alla nostra attenzione sarà rigorosamente investigata.

“La PSNI lavora per assicurare che tutte le azioni sia appropriate, proporzionate e rispettose della legge.

“Le nostre priorità sono di proteggere la popolazione, mantenere l’ordine pubblico, sostenere i diritti umani di tutti e raccogliere le prove di comportamenti sbagliati”.

Colloqui

Nel frattempo Martin McGuinness, Sinn Fein, ribadisce che secondo lui sono in corso colloqui tra il governo britannico ed i gruppi repubblicano.

“Lo dissi l’anno scorso e penso sia stato confermato da quei giornalisti investigativi che hanno compreso come ciò che dicevo fosse assolutamente vero”, afferma.

“Non ci sono dubbi di sorta che rappresentanti del governo inglese stanno parlando con i livelli più alti di quella che viene chiamata Real IRA.

“Stando l’attuale situazione, sarei sorpreso se non ci fossero ancora comunicazioni tra di loro”.

Nigel Dodds, DUP, ha detto che si opporrà a qualsiasi dialogo con i repubblicani.

“Principalmente perché non hanno mostrato il minimo interesse ad abbandonare la violenza”, afferma.

“Ritengo sia una situazione molto diversa da quella che, in tempi recenti, ha portato ad incontri con latri gruppi.

“Questi sono gruppi che hanno mostrato di essere coinvolti nei peggiori e più sanguinari tipi di piani e complotti contro membri delle forze di sicurezza e penso meritino una reazione risoluta delle forze di sicurezza”.

Nel comunicato letto da un uomo a volto coperto al City Cemetery di Derry, la Real IRA dice che gli agenti di polizia diventeranno un obiettivo “senza alcun riguardo per la loro religione, bagaglio culturale o motivazione”.

L’organizzazione ha anche espresso la propria opposizione alla visita della Regina in Irlanda.

“La Regina d’Inghilterra è ricercata in Irlanda per crimini di guerra e non la vogliamo sul nostro suolo”, aggiunge la dichiarazione.