La sorella dell’uomo ucciso dalla Real IRA ritiene che l’MI5 abbia avuto un ruolo nella sua morte. Al funerale di Doherty, presso la Long Tower Church a Derry, hanno partecipato centinaia di persone

Funerale di Kieran Doherty | Kieran Doherty funeralKieran (Ciaran) Doherty era stato trovato morto, nudo con le mani legate dietro alla schiena, lungo Braehead Road, appena fuori Derry, nella serata di mercoledì.

La Real IRA ha riferito di aver “giustiziato” Doherty e che l’uomo apparteneva all’organizzazione paramilitare.

La famiglia della vittima ha respinto le voci che indicano il trentunenne come informatore o spacciatore di droga.

Hanno ammesso la condanna in prigione, per una rapina nella Contea di Donegal, ma adesso, secondo loro, stava cercando di andare avanti con la sua vita.

La famiglia parla di “continue molestie” da parte dei servizi segreti dell’MI5 avvenute negli ultimi mesi.

“Hanno cercato di far intuire che fosse un informatore”, ha detto Leeane Doherty a Utv.

“Kieran non voleva parlare, così gli hanno portato via la vita. Ritengo l’MI5 coinvolto e in qualche maniera potrebbe essere collegato con la Real IRA perché Kieran non avrebbe parlato”.

La famiglia vuole un’inchiesta sul coinvolgimento dei servizi di sicurezza con Doherty.

“La mia famiglia vorrebbe vedere Peter Robinson e Martin McGuinness indagare sul ruolo avuto dall’MI5 nel brutale omicidio di mio fratello”, ha detto al Doherty.

Durante il funerale, tenutosi lunedì mattina, la famiglia ha chiesto di evitare vendette.

Centinaia di persone hanno partecipato alla Messa da Requiem alla Long Tower Church, compresi importanti politici repubblicani e persone collegate ai gruppi repubblicani della zona di Derry.

Padre Roland Colhoun, il prete locale, domanda alla Real IRA di riflettere sulle proprie azioni.

“Una morte inattesa inflitta con una pistola a lato di una strada isolata. Nessuna la vorrebbe, e nessuno dovrebbe causarla ad un’altra persona.

“La nostra società ha molta ricerca interiore da compiere in una settimana come questa. Ma noi vi chiediamo, gente che avete portato morte e dolore in questa comunità, riprenderete il modo di vivere civilizzato cui Dio vi ha chiamato”, ha chiesto il prete.

“La famiglia di Kieran chiede che non ci sia vendetta affinché nessun altra famiglia debba vivere questo trauma” ha aggiunto.

La bara di Doherty era avvolta nel tricolore irlandese. E’ stata portata al City Cemetery di Derry.

La vittima, proveniente dalla zona di Brandywell a Derry, era padre di una bambina di due anni e si sarebbe sposato con la compagna Mairead fra tre mesi.

Il suo omicidio ha provocato dure repliche da parte dei politici e dei leader comunitari.

Il movimento sindacale di Derry sta organizzando un raduno presso la Guildhall Square per martedì pomeriggio per protestare contro l’omicidio e chiedere a tutte le bande armate di fermare la violenza.

Durante il question time ministeriale, il vice primo ministro Martin McGuinness ha detto che i repubblicani non sono un’esercito, ma solo un manipolo di persone senza una vita che non rappresentano nessuno.

“Questa è una banda di persone opposte alla pace, che si oppongono alla giustizia ed al progresso politico e sono un manipolo di persone che ritengono sia un legittimo obiettivo politico di distruggere tutto il buon lavoro che molti in questo edificio (Stormont) hanno compiuto, aiutati anche da altri nel corso degli ultimi 15 anni”, ha riferito McGuinness.

“Stiamo andando avanti, non verremo distratto e qualsiasi atto compiano, invece di indebolirci, diventeremo più forti, più forti che mai”.

[flv:/flv_video/ww_doherty_01032010.flv 590 350]