Si è appreso che la popolazione di Shankill Road sta ricevendo sms provenienti dalla UVF. Avvertono la popolazione di non sostenere le proteste a ricordo dell’uomo ucciso la scorsa settimana

Sms da UVF | UVF text messageA Bobby Moffet, 43 anni, due uomini a volto coperto hanno sparato al viso e al petto in pieno giorno, lo scorso venerdì.

Alcune veglie sono state tenute dalla famiglia e dai membri della comunità per protestare contro l’assassinio.

Tuttavia molta gente ha ricevuto messaggi intimidatori sul telefono cellulare, dicendo di non mostrare il loro sostegno.

Il messaggio, letto da Utv, recita: “Chiunque sia visto a fornire sostegno alle proteste per Bobby sarà cacciato da Shankill Road. Noi (U-V-F) non staremo in disparte a guardare queste proteste ancora a lungo… U-V-F”.

Utv ha saputo che fotografie di Bobby Moffet riverso sul selciato siano state inviate tramite i telefoni cellulari.

Moffet sarebbe stato un membro del Red Hand Commando- Ha avuto un diverbio con i leader dell’Ulster Volunteer Force dopo che il suo giovane nipote era stato picchiato e gli era stato intimato di lasciare l’Irlanda del Nord.

Alcuni arresti sono stati compiuti dalla polizia, ma tutte le persone interrogate sono state rilasciate.

Oggi la leader del Progressive Unionist Party – partito che ha collegamenti con la UVF – ha chiesto la fine della crescente intimidazione nella zona, dopo i rapporti sulle minacce portate dal gruppo paramilitare lealista.

“Il PUP sostiene con forza i diritti degli individui che vogliono esprimere il loro dolore per l’omicidio di Bobby Moffet e sostenere liberamente la famiglia Moffet, partecipando al funerale e ai servizi senza alcun timore”; ha affermato Dawn Purvis.

“Il PUP condanna senza riserve l’omicidio di Bobby Moffet e condivide lo sdegno dei residenti di Shankill sulle modalità di questo attacco.

“La gente che vuole esprimere la propria protesta contro l’assassinio dovrebbe poterlo fare pacificamente e legalmente”.

La dichiarazione giunge dopo che la Purvis ha parlato di “gravi conseguenze” se le speculazioni sui responsabili dell’omicidio fossero corrette.

Tracey Coulter, il cui padre fu assassinato dalla UVF, dice a Utv che l’atmosfera a Shankill “è assolutamente terribile”.

“La UVF, invece di nascondersi per la vergogna, sta intimidendo le persone che vogliono mostrare rispetto o portare dei fiori per il brutale omicidio di Bobby”, ha detto.

“Vivere a Shankill, al momento, è disgustoso. Non puoi camminare per Shankill continuando a guardarti intorno per vedere se stai per essere schernito o se stanno per insultarti.

“Fondamentalmente la UVF ha lacerato la comunità. Hanno mandato il cuore di Shankill in pezzi.

“Ma sicuramente la UVF segue il cessate-il-fuoco! E’ una barzelletta!”

Un lavoratore sociale che ha assistito all’omicidio di Bobby Moffet e ha cercato di rianimarlo ha parlato della sua rabbia.

“Era malconcio e lo messo nella posizione di rianimazione, assicurandomi stesse respirando. Ha respirato fino a quando è arrivata l’ambulanza e ho sperato e pregato che riuscisse in qualche modo a riprendersi. E’ stato orribile”, ha detto Jim Weir a Utv.

“La gente di Shankill è buona e voglio crescere i miei ragazzi senza paura e senza minaccia.

“Non solo un gruppo paramilitare, è tutto. Non è l’eredità dei Troubles, è la continnuazione dei Troubles”.

Veglia

Una veglia si terrà giovedì sera, la sera prima dei funerali di Bobby Moffet.

I leader delle chiese dell’area hanno chiesto ai politici di mostrare solidarietà alla popolazione licale.

Molta gente è uscita tutte le sere da domenica e ha pacatamente osservato una veglia in sostegno alla famiglia Moffet.

I ministri di culto hanno detto che la veglia di stasera non sarà presa in consegna dalla chiesa, ma ai leader della chiesa ed ai partecipanti verrà chiesto di restare in silenzio e si offrirà di chiudere la veglia con una preghiera.

Susan Moffet, 79 anni, anziana madre di Bobby ha detto a Utv che non vuole vendette per la morte del figlio.

Ma quando le è stato chiesto se ritiene concluso il cessate-il-fuoco di UVF, risponde: “Sì”.

Etichettando gli assassini del figlio come “feccia”, ha affermato: “Sono fuori per tutti i soldi che possono ottenere”.

Non c’è alcuna conferma ufficiale su quale organizzazione paramilitare, se coinvolta, abbia eseguito l’omicidio.

[flv:/flv_video/ww_shankilljane_02062010.flv 590 350]