Il leader dell’Ulster Unionist Party ha chiesto di porre fine alla coalizione di governo a Stormont entro il 2015

Tom Elliott | UUPNel discorso alla comunità imprenditoriale e ai candidati UUP alle elezioni, Tom Elliot contesta l’Esecutivo, dicendo che il suo sistema di governo ha bisogno di una revisione.

Ha esposto la sua visione per un sistema di governo decentrato, che prevede l’introduzione di una opposizione ufficiale e un numero ridotto di parlamentari, 70 anziché 108.

Elliott ha detto che i partiti hanno la necessità di prepararsi per un sistema di “governo giusto” dopo le elezioni di maggio per l’Assemblea.

“Nell’ambito del Programma di Governo ci deve essere l’accordo che lavoreremo ad un processo, che avremo un governo corretto e opposizione corretta entro il 2015 e chiaramente questo impone le linee per i prossimi quattro anni e mette un onere enorme per l’Esecutivo e l’Assemblea a lavorare a questo”, ha affermato Elliott a UTV.

“L’Ulster Unionist Party ritiene che il mantenimento dello status quo e dell’essere contenuto con la relativa stabilità politica non è più sufficiente e se verrà perseguito come obiettivo finale dai partiti politici metterà a rischio tutto il nostro futuro”.

“Quello che ci serve è un passo in avanti nella nostra politica economica ed un cambiamento fondamentale nel modo in cui, come governo, noi forniamo tali politiche”.

Le sue proposte sono state accolte con una reazione mista a Stormont.