Collusion is not an illusionLa puntata della trasmissione “Insight” di UTV dedicata alla collusione tra paramilitari lealisti e lo Special Branch.

La Police Ombudsman, Nuala O’Loan, nel suo rapporto parlava di un paramilitare, riferendosi a lui come “Informant No. 1” (Informatore Numero 1). L’uomo, si è saputo, è Mark Haddock. Fu pagato quasi 80.000 sterline dallo Stato nel periodo tra il 1991 ed il 2003.

Gli investigatori del Police Ombudsman hanno scoperto informazioni interne alla polizia che collegavano gli informatori alla morte di almeno 10 persone. Oltre ad altri 72 crimini, tra cui 10 tentati omicidi, 10 ferimenti punitivi con arma da fuoco, 13 aggressioni punitive, lo scoppio di una bomba a Monaghan e 17 accuse di spaccio di droga, insieme ad altre accuse per danneggiamento, estorsione e intimidazione.

L’inchiesta della O’Loan inizia con l’analisi dell’omicidio di Raymond McCord Junior, 22 anni, picchiato a morte nei dintorni di Belfast nel novembre 1997.

Secondo quanto scoperto, Haddock, dal carcere, ha ordinato il suo omicidio e un altro uomo ha eseguito l’ordine.

Utv Insight – In the name of the State

[flv:/flv_video/in_the_name_of_the_state.flv 590 493]