Polizia | Police | PSNI
Secondo un rapporto pubblicato oggi, quasi un quinto degli ex agenti di polizia mandati in pensione grazie all’iniziativa della Riforma Patten sono stati in seguito assunti nuovamente come personale civile temporaneo dalla PSNI.

Il rapporto ha trovato che 132 milioni di euro sono stati spesi per il personale della PSNI dal 2004 e che 1.071 agenti in pensione sono stati rimessi in servizio come personale temporaneo.

L’uso del personale temporaneo da parte della PSNI è sembrato essere “fuori controllo” fino al 2011, quando è stato adottato una nuova politica aziendale, aggiunge il rapporto. In oltre 10 anni la PSNI ha utilizzato 2.740 persone come staff temporaneo.

Nel novembre 2001 la Police Service of Northern Ireland ha preso il posto della vecchia Royal Ulster Constabulary nell’ambito delle proposte di riforma della polizia stilate da Patten, che hanno portato al pensionamento di quasi 5.500 poliziotti regolari e di riserva.

Il fatto che più di 1.000 agenti, la quasi totalità dei quali aveva lavorato anche nella RUC, sono tornati come personale dell’agenzia significa che circa il 19% degli agenti pensionati da Patten sono ritornati nella polizia.

La relazione del Northern Ireland Audit Office spiega altresì come i pensionamenti avevano causato una “perdita di esperienza” pari a 51.000 anni, per cui nei settori chiave della PSNI è stato fatto “affidamento sui lavoratori temporanei con competenze specifiche, alcune delle quali erano i pensionati reimpiegati dopo aver lasciato la forza”.

Tra i politici nazionalisti si è registrata una forte critica per il nuovo impiego di ex agenti della RUC. Alcuni hanno anche espresso timori per il numero di ex poliziotti della RUC finiti nell’historical enquiries team (la squadra per le indagini storiche, Ndt), che indaga sugli omicidi avvenuti durante i Trobules, molti dei quali compiuti dalla stessa RUC.

In relazione alla HET, si legge sul rapporto: “Non c’è rischio di conflitti di interesse all’interno del team per le indagini storiche, perché gli ex agenti della RUC sono impiegati in cinque delle nove unità investigative. Sono in atto controlli per attenuare questo rischio”.

Scarica il rapporto completo